Il “Premio Città di Grottammare” sarà presente alla 32^ Salone Internazionale del Libro di Torino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Presso lo stand della Regione Marche, sabato 11 maggio alle ore 16, il Presidente Gianmario Cherubini, con il vice e segretario del Premio di Grottammare Giuseppe Gabrielli, ci saranno il Presidente della Giuria del premio, Filippo La Porta e lo scrittore Francois Morlupi, autore di Formule Mortali, libro risultato vincitore alla 10 edizione del Premio di Grottammare nella sezione Miglior Giallo/Noir.

Nel frattempo, è sceso il sipario sul 10° Premio Letterario Città di Grottammare: in avvio della cerimonia di premiazione, al Kursaal di Grottammare, il Sindaco Enrico Piergallini ha annunciato per il consiglio comunale di fine maggio il passaggio per la Cittadinanza Onoraria al Presidente Onorario del Premio, Franco Loi e lo ha comunicato in diretta telefonica al poeta: lieto di ricevere la notizia, il poeta ha accettato sia la cittadinanza sia l’invito a essere presente a Grottammare per riceverla.

Grande e sentita partecipazione di concorrenti, vincitori e non, che hanno affollato la Sala Kursaal, dove spiccava una suggestiva scenografia marina, curata dalla socia Nicoletta Traini.

La cerimonia è stata aperta dall’applaudito monologo di Piergiorgio Cinì. Poi si è entrato nel vivo del momento conclusivo della decima edizione del premio, che ha contato la partecipazione di 500 autori nelle varie sezioni, per 800 opere in concorso.

Con la conduzione di Jessica Balestra e Giuseppe Vultaggio, sul palco si sono alternati i vertici dell’associazione Pelasgo 968 di Grottammare, il presidente Gianmario Cherubini e il vice e segretario del concorso, Giuseppe Gabrielli, Filippo La Porta, presidente della giuria, con gli ulteriori componenti.

Il Sindaco Enrico Piergallini ha speso belle parole per la realtà, interpretando a sua volta una poesia, tra gli applausi del pubblico, e in diretta telefonica ha annunciato al presidente onorario Franco Loi l’intenzione di “porteremo al prossimo consiglio comunale, in programma a fine maggio, la proposta della cittadinanza onoraria: ma occorre che la persona interessata accetti, in questo caso Franco Loi”, annuncia subito il primo cittadino. Quindi la telefonata in diretta al poeta, presso la sua abitazione, a Milano per annunciare la decisione, ventilata dalla Pelasgo 968 e subito fatta sua dal sindaco Piergallini.

“Accetto molto volentieri”, è la risposta di Loi, che in data da definire arriverà a Grottammare per ricevere la cittadinanza onoraria.

Sul palco, quindi, si sono alternati i vincitori delle varie categorie, nonché quelle che hanno ottenuto le menzioni speciali di merito.

Ai vincitori è stato consegnato l’omaggio del partner ormai storico della Pelasgo 968, la Ernesi Laboratorio Cosmofarmaceutico di San Benedetto del Tronto, consistente in prodotti dell’azienda, rappresentata al Kursaal dal titolare Lorenzo Marcelli.

Ringraziamenti a lui e a tutti gli enti che collaborano all’evento, Regione Marche, Provincia Ascoli Piceno, Comune di Grottammare, il Centro Nazionale di Studi Leopardiani: ultimo in ordine di tempo, la Fondazione Carisap, sono stati espressi dai vertici della Pelasgo e dai presentatori.

Il premio è stato preceduto da due convegni, sviluppati presso la sala consiliare del comune di Grottammare, la Festa della scrittura che da tre anni anticipa il Premio stesso.

Ad essi si è aggiunto un evento dedicato all’Autismo, la proiezione di una pellicola dedicata al tema con relativo dibattito e interventi del pubblico, in collaborazione con l’Associazione Omphalos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *