A Ripatransone il ricordo di don Antonio Fazzini nel segno della carità

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RIPATRANSONE – Il 1° dicembre scorso a Ripatransone nella Chiesa di San Rocco è stata rievocata, con una concelebrazione eucaristica seguita da una condivisione di ricordi, la figura di don Antonio Fazzini di cui ricorreva il centenario dalla nascita (Ascoli Piceno 1 dicembre 1918 – Ripatransone 20 settembre 1977). Sacerdote, insegnante, educatore, operò a Ripatransone dal 1957 in poi lasciando un’indelebile e duratura testimonianza delle sue speciali doti umane ed ecclesiali ancora oggi ben vive nella memoria locale.

Lo hanno voluto ricordare i suoi affezionati “ragazzi” di quegli anni, che lo avevano seguito nelle sue proposte educative, pubblicando alcuni suoi diari di campeggi estivi per bambini, da lui organizzati nelle località montane di Pretare (1968-1969) e Capricchia di Amatrice (dal 1970 al 1974). Ne è nato un appassionante “Quaderno di ricerca n°12” della collana “Storia e Arte nel Territorio Ripano” dal titolo “…sono in fondo tutti bravi ragazzi” (pagg.395, progetto curato da Sandro Cardarelli). Si tratta di una raccolta di pagine scritte, foto, disegni che ne documentano lo stile di vita, la fede, l’impegno per il Prossimo soprattutto per i giovani che avviò all’associazionismo cattolico ed in particolare all’esperienza del gruppo scout Agesci. Esperienze ancora oggi riproponibili perché ricche di valori umani.

Quest’iniziativa ha riscosso ampia e sentita adesione da parte di chi lo ha conosciuto

tanto da promuovere, nel diffondere il volume, anche una raccolta in denaro da destinare ad un progetto educativo in continuità con l’opera del sacerdote caratterizzata da gesti di profonda Carità. In questi giorni infatti il ricavato è stato consegnato ai ragazzi delle popolazioni terremotate di Arquata del Tronto, guidati dall’insegnante Ermanno Cellini, ripano ed ex scout, che ha accolto questo “dono” come un seme che potrà continuare a germogliare con l’intento di ridare vitalità e speranza alle giovani generazioni di questi luoghi. Verrà infatti destinato all’acquisto di materiale didattico (strumenti per un laboratorio e libri di intercultura per la biblioteca scolastica…) utile ad arricchire l’offerta formativa della nuova scuola rinata dopo l’ultimo sisma. Un segno di vitalità dove la ricostruzione ha bisogno dell’impegno di ciascuno.

(Per chi fosse interessato, il volume sarà ristampato. Per prenotarlo entro il 10 luglio e concordare la consegna si possono contattare questi numeri:
*Emanuela cell. 3463591580-orario pasti  *Agenzia Pertur Viaggi di San Benedetto del Tr., tel. 0735 594456 -orario ufficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *