Adorazione Eucaristica Perpetua Grottammare, questa sera la catechesi di Don Giorgio Carini

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giulia Dami

GROTTAMMARE – Questa sera, giovedì 4 Aprile, Don Giorgio Carini, parroco della Chiesa di San Giovanni Battista e di San Pio V di Grottammare, terrà una Catechesi agli adoratori dell’Adorazione Eucaristica Perpetua presso la Chiesa di Sant’Agostino, alle ore 21.00.
L’incontro, volto ad approfondire il Mistero dell’Eucarestia, è aperto a tutti, non solo agli adoratori iscritti ma a quanti cercano Gesù, poiché è un tempo prezioso di crescita spirituale e di risposte. Siamo in Quaresima e questa catechesi, vuole essere un’occasione per approfondire il nostro cammino verso La Pasqua.
La Quaresima, infatti, è un tempo che ci ricorda i quaranta giorni di digiuno vissuti dal Signore nel deserto, nel Vangelo di Matteo: «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo. Dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame». Nell’Antico Testamento sono quaranta i giorni del diluvio universale, quaranta i giorni passati da Mosè sul monte Sinai, quaranta i giorni di cammino del profeta Elia per giungere al monte Oreb, quaranta i giorni che Dio concede a Ninive per convertirsi dopo la predicazione di Giona. Quaranta, gli anni del cammino del popolo di Israele nel deserto, dalla schiavitù dell’Egitto, per giungere alla Terra Promessa sostenuti dalla manna che Dio manda, cibo che sostiene il Popolo in questo cammino, preludio dell’Eucarestia. Come gli israeliti, anche noi, oggi, attraversiamo il deserto di questa vita terrena, nutriti con l’Eucarestia.
E’ l’Eucarestia che ci sostiene e da cui attingiamo la forza e la consolazione per andare avanti. Siamo in cammino verso la Terra Promessa e verrà il giorno in cui saremo riempiti in Cielo da tutta la bellezza di Dio e Lo contempleremo senza i veli Eucaristici. L’Adorazione Eucaristica Perpetua conta circa 300 adoratori iscritti, è un popolo che si è organizzato per adorare il Signore incessantemente, giorno e notte.
Ora, grazie al dono di Dio a questa Diocesi, dell’Adorazione Eucaristica Perpetua e a questa risposta del Suo popolo alla Sua chiamata, sperimentiamo, già su questa terra, la lode incessante che si svolge in Cielo per rispondere alla Parola di Gesù nel Getsemani: “non avete saputo vegliare neanche un’ora con me”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *