FOTO Montelparo in festa per i 90 anni di Padre Giovanni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

di Giuseppe Mariucci

MONTELPARO – Sabato 30 marzo scorso, con la celebrazione della Santa Messa, sono iniziati i festeggiamenti voluti dalla comunità della Parrocchia di San Michele Arcangelo in Montelparo per i novant’anni di Padre Giovanni Guerrino Mazzoni. Egli stesso ha concelebrato a fianco del Priore-Parroco padre Emanuele.

In effetti, Padre Giovanni, i suoi Novant’anni li aveva già raggiunti il 27 Marzo scorso, ma i suoi parrocchiani (in questo sostenuti dall’Amministrazione Comunale, che era presente con il Sindaco Marino Screpanti, dal Comitato di S. Antonio Abate, dall’Associazione Culturale “Il Murello” e dall’Associazione Giovanile “Il Chiostro”), questa sera numerosissimi, gli hanno voluto dimostrare il loro grande affetto, considerazione e stima, con un bellissimo “apericena” svoltosi all’aperto! Si era proprio di fronte alla Chiesa dei Santi Pietro e Silvestro e a fianco della Chiesa di San Gregorio Magno. Qui, infatti, erano stati allestiti tavoli pieni di stuzzichini, aperitivi, pizza, bibite, spumante e, al centro, un’eccezionale torta con le candeline da spegnere: due enormi numeri, 9 e 0!  Sulla torta dominava l’immagine che raffigurava Padre Giovanni intento a scalare quella vetta dove volle porre una croce di ferro, da lui stesso forgiata e condotta fin lì, con su scritto: “Gesù Divin Redentore”! E non ci poteva essere torta migliore per lui grande appassionato della montagna e scalatore: ha scalato, finora, 130 vette fino a raggiungere, per ben due volte, anche il Monte Bianco!

Durante la celebrazione la Corale Petrocchini era accompagnata dalle chitarre suonate da Angelo e Cristian. Questa volta però (cosa curiosa, particolare ed elettrizzante) Angelo suonava quella stessa chitarra elettrica acquistata dall’allora Parroco di Narni Scalo, il nostro Padre Giovanni fin da sempre al passo con i tempi, nel 1970 per darla in dotazione, con pianola e strumenti di percussione, ai ragazzi che si occupavano di animare le cerimonie religiose e quindi per quella che era allora chiamata “Messa Beat”!

Prima della cerimonia religiosa, poi, era giunto un messaggio vocale, del già Priore Padre Agostino nipote di Padre Giovanni; con il consenso di Padre Emanuele, quel messaggio veniva fatto ascoltare al festeggiato e a tutti i fedeli presenti in chiesa. Esso diceva:

“Ciao e buonasera a tutti. So che questa sera celebrate il compleanno di Padre Giovanni. Anch’io mi unisco a Voi. Faccio tanti auguri allo zio per i suoi novant’anni. E, soprattutto, per il suo desiderio di stare ancora accanto a Voi con il suo sacerdozio. E Vi ringrazio perché gli volete bene! Ci avete voluto bene! Continuate ancora a stargli vicino. Buona serata a tutti, buon compleanno e buona festa. Grazie di cuore e che il Signore Vi benedica!”

Molta commozione, visibile negli occhi di tutti, era palpabile durante l’ascolto del messaggio! Un grande applauso è scaturito spontaneo al termine; un applauso che i fedeli hanno voluto indirizzare certamente anche a Padre Agostino che qui a Montelparo ha lasciato in tutti un ottimo ricordo!

Ancora auguri Padre Giovanni!

Il tuo sorriso, la tua semplicità e la tua felicità, che anche ieri sera ci hai saputo come sempre trasmettere, ci accompagnerà nell’affrontare la difficile vita di tutti giorni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *