Acquaviva aderisce a “Pappa fish”: “Mangia bene, cresci sano come un pesce’’

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Presso il palazzo del comune di Acquaviva Picena giovedì 14 febbraio con un conferenza stampa il sindaco Rosetti ha dichiarato l’adesione al progetto “Pappa fish” per il quarto anno consecutivo.
Alla conferenza stampa erano presenti anche il vice sindaco Balletta, l’assessore alla cultura e turismo Barbara Riga, l’assessore alle infrastrutture Giampiero Ionni, l’assessore alle politiche sociali Mimma Massicci e la biologa e promotrice del progetto Barbara Zambuchini. Il sindaco Rosetti ha detto: “Siamo giunti al quarto anno del progetto “Pappa fish”, il pesce è un alimento importante nell’alimentazione. Noi abbiamo sempre investito nella qualità e il pesce fresco delle Marche è un prodotto di qualità che, soprattutto nell’età infantile, deve comparire sulla tavola perché le sue proprietà nutrizionali sono necessarie per una crescita sana. L’amministrazione comunale di Acquaviva da sempre è a fianco del servizio mensa della Scuola dell’Infanzia che viene costantemente monitorato, a tal proposito è stato approvato un nuovo regolamento. In questa società è difficile mangiare bene ed è facile mangiare male. Oggigiorno è più semplice preparare un piatto poco sano, dobbiamo tornare a preoccuparci di cosa mangiamo”. La dott.ssa Zambuchini ha detto: “ Il progetto “Pappa fish” è finanziato dai Fondi Europei, dalla Regione Marche e dal comune di Acquaviva in differenti percentuali. Noi ci preoccupiamo di controllare quali sono i piatti a base di pesce fresco che più piacciono ai bambini e quali no, così da eliminare i menù non graditi. Oltre a preparare i piatti ci siamo preoccupati di organizzare dei laboratori educativi per insegnare ai bambini a conoscere i vari tipi di pesce e la loro importanza nell’alimentazione. I menù sono molto vari, soprattutto pesce bianco, anche la trota biologica delle Marche è stata introdotta nei menù, con meraviglia ci siamo accorti che i filetti di alici sono i più graditi ai bambini. Il pesce è presente nella mensa due giorni a settimana, il mercoledì e il venerdì. Siamo attenti anche alla tutela del mare, quindi le nostre scelte sono ben ponderate. Con la collaborazione di molte altre realtà come l’ASUR, la Cooperatica sociale che si occupa della mensa scolastica “Noi Cooperativa sociale” e tante altre abbiamo raggiunto un grande obiettivo che è quello di inserire nelle mense scolastiche il pesce fresco delle Marche”. Il vice sindaco Balletta ha detto: “Con questo progetto si è riscontrato che i bambini ora a casa mangiano volentieri il pesce fresco quando invece prima lo rifiutavano. È quindi questo un progetto che viene accolto con entusiasmo dalle famiglie”. L’assessore Massicci ha detto: “Porto i saluti della preside Valentina Bellini che non è potuta intervenire, come portavoce riferisco la sua gioia riguardo l’adesione del comune di Acquaviva al progetto “Pappa fish” da lei ritenuto molto importante. Io sottolineo che nella mensa della Scuola dell’Infanzia sono stati introdotti anche pane e pasta integrali delle nostre zone così come lo è anche l’olio. Ricordo inoltre che tutte queste novità non gravano sulle famiglie, da oltre quindici anni i prezzi dei buoni pasto sono invariati con le immancabili promozioni in base agli acquisti”.

Patrizia Neroni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *