Padre Dall’Oglio: Gisotti, “continuiamo a pregare perché sia vivo”. “Vicinanza” del Papa ai familiari

Condividi questo articolo sui social o stampalo

“Continuiamo a pregare perché padre Paolo Dall’Oglio sia vivo”. Lo ha detto il direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso della conferenza stampa di presentazione della Giornata mondiale contro la tratta – che si celebra oggi – sulla notizia secondo cui padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita sequestrato il 29 luglio 2013 a Raqqa, si trovi ancora nelle mani dell’Isis.
Gisotti ha citato, in particolare, “la vicinanza del Santo Padre ai familiari e alla famiglia”: pochi giorni fa, infatti, a Santa Marta il Papa “ha incontrato i familiari”, ha ricordato il direttore menzionando “la gioia e l’emozione di una delle sorelle” e “la presenza anche della madre novantenne, commossa e grata per l’incontro” con Francesco. “Ci associamo alle parole di speranza espresse dal nunzio apostolico in Siria, con cui ho parlato poco prima di essere qui con voi”, ha dichiarato infine Gisotti.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *