Gianni Marcantoni, poeta di Cuprense, presenta “Orario di visita”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Sabato 19 gennaio 2019, ore 21:15, presso il teatro dell’Iride del Comune di Petritoli (FM), Via del Teatro, organizzato dall’Associazione culturale “Musicalità ed espressioni” con il Patrocinio del Comune di Petritoli, si terrà “Orario di visita”, incontro con Gianni Marcantoni, poeta di Cupra Marittima, che presenterà al pubblico il suo libro di poesie dall’omonimo titolo, edito da Schena Editore, con il quale ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti, e partecipato a vari eventi artistici.
Nel corso della serata le liriche saranno interpretate da Lorella Saraconi, attrice di teatro e cantante lirica, e da Simone Maranesi, scrittore di versi, il tutto accompagnato dalle note musicali dei Maestri Ignazio Sala al fagotto e Diva Pasquali al violoncello.
Con l’occasione lo scrittore avrà modo di parlare dei suoi versi – nella motivazione del premio letterario Visconti così si legge: “La lirica dell’autore è caratterizzatia da un verso esteso, avvolgente, privo di unitile punteggiatura, a testimonianza della completa pervasività della poesia, che occupa spazi spesso non considerati” – nonchè del suo percorso poetico iniziato da oltre venticinque anni, in un dialogo aperto con il pubblico e moderato da Lorella Saraconi. Si toccheranno quindi le tematiche principali contenute nei suoi versi, ed altresì verranno esposti sul palcoscenico alcuni dipinti dell’artista – e cugina – Maura De Carolis, scelti in sintonia con la poetica di Gianni Marcantoni, tra i quali “Dafne e Apollo”, utilizzato come immagine rappresentativa dell’evento. Nel corso della presentazione seguirà un intervento critico della Dott.ssa Patrizia Vespasiani, che illustrerà i tratti principali della poetica dell’autore. Lo stesso ha pubblicato dal 2011 ad oggi, cinque raccolte poetiche, oltre a pubblicazioni in cataloghi d’arte e antologie poetiche. Ricordiamo a tutti che l’ingresso è libero e gratuito, augurando al nostro autore una grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *