VIDEO Grottammare, sindrome di down, la bella iniziativa di Iacchetti e Pagnotti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Una bellissima iniziativa editoriale di Enzo Iacchetti e Alessandro Pagnotti volta a finanziare l'attività di ricerca dell' Alma Mater Studiorum – Università di Bologna – Campus di Ravenna per coloro che soffrono di sindrome di down. Ecco il servizio dell'incontro svoltosi stamane alla Sala di Rappresentanza del Municipio della Città di Grottammare

Pubblicato da Nicolas Abbrescia su Venerdì 4 gennaio 2019

GROTTAMMARE – “Diamo tempo al tempo di avere tempo prima che il tempo non abbia più tempo”, è il titolo di un libro realizzato dal giornalista Alessandro Pagnotti, con un editore d’eccezione, Enzo Iacchetti.

Il duo ha tenuto nella tarda mattinata del 4 gennaio 2019, una conferenza stampa alla sala di rappresentanza del Comune di Grottammare, relativa ai risultati della promozione e al ricavato del libro nelle tre tappe di presentazione: Grottammare (alla sala MIC il 28 dicembre), Montalto delle Marche (al teatro comunale il 29 dicembre) e Ascoli Piceno (alla Sala dei Savi il 3 gennaio). Ricavato che andrà a favore dei ricercatori dell’Università di Bologna che sotto l’egida del prof. Strippoli, stanno lavorando per individuare cure per la disabilità intellettiva associata alla Sindrome di Down.

“Uso i miei guadagni per produrre cultura”, Cosi Enzo Iacchetti che ha fatto una sintesi sul ricavato totale di questa sua prima esperienza da editore. 2410 Euro incassati allo stato attuale e più di 420 copie vendute nei vari comuni e attraverso le tre tappe del tour. Un primo passo per aiutare dei giovani studiosi che possono far ricerca nel loro Paese.

“Il libro è nato tra uno scambio di messaggi tra me ed Enzo. Lui ha subito capito la mia spiritualità, ci siamo trovati in una perfetta sintonia che ha contraddistinto questo libro”, così lo scrittore Alessandro Pagnotti.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche il Sindaco Enrico Piergallini ed è stata anche occasione per l’annuncio di altre iniziative anche al di fuori delle Marche. A tal proposito saranno previste date a Bologna, Torino e a Sanremo durante la settimana del Festival. Un’iniziativa tra cultura e solidarietà davvero lodevole, a favore di chi soffre e chi combatte per alleviare le sofferenze.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *