Card. Parolin, “l’impresa più ardua in Iraq non è riedificazione materiale, ma ricostruzione della fiducia e ricomposizione tessuto sociale”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Il cardinale ancora una volta ha ribadito “quanto sia importante la presenza dei cristiani in Medio Oriente”: “Siete la presenza di Gesù. Avete una missione insostituibile e importantissima. Vi esorto perciò a continuare a vivere la vostra fede e la vostra missione con fedeltà e gratitudine, con fiducia e speranza in questa Terra dove è cominciata la storia della salvezza, che oggi continua attraverso di voi”. Di qui l’esortazione: “Coraggio, non abbiate paura, alzatevi con piede fermo e ricominciate la vostra vita perché il male non ha l’ultima parola sul vostro destino e sul vostro futuro in questa storica terra dei vostri padri”.
Nel “tempo benedetto del Natale del Signore”, ha concluso Parolin, “la potenza tenera del Bambino Gesù ci insegni a percorrere la via dell’amore e del dell’umiltà. Carissimi, auguro a tutti voi i doni dell’unità, della riconciliazione e della pace”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *