Novena di Natale. In ascolto di Sapienza

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Cristiana Dobner

O Sapienza,
che esci dalla bocca dell’Altissimo,
ed arrivi ai confini della terra,
e tutto disponi con dolcezza:
vieni ad insegnarci la via della prudenza.

Solo nell’ascolto di Sapienza, dono dell’Altissimo, possiamo apprendere a modulare la nostra attesa in questi ultimi giorni che ci separano dalla venuta nella nostra carne del Salvatore e, quindi, anche di tutta la nostra esistenza.

Sapienza: in questi tempi di globalizzazione e di informazione istantanea, ci previene (e lo ignoriamo) e, forse, ci supera: è già giunta ai confini della terra. Agli estremi lembi del nostro pianeta in cui possiamo vivere. Ci avvolge.

Come riconoscere la presenza di Sapienza? Dalla dolcezza, ci ammonisce l’antifona. In concreto non lo sperimentiamo. È, come sempre, in gioco la nostra ottica: vogliamo assaporare dolcezza, mentre dovremmo preoccuparci di donarla, gratuitamente.

Prudenza significa accortezza nel modo di relazionarsi, di usare i beni della terra, della nostra vita sentimentale, pare il deterrente esatto per i nostri tempi affannosi, del mordi e fuggi e del tutto subito per poi rimanere scornati, amari, senza dolcezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *