Cossignano, i lavori eseguiti all’interno della Chiesa Santa Maria Assunta

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

COSSIGNANO – Sabato 8 dicembre 2018, con comprensibile gioia ed entusiastica partecipazione dei fedeli, è stata riaperta al culto la Chiesa di Santa Maria Assunta. Leggi l’articolo Cossignano, riaperta al culto la chiesa di Santa Maria Assunta

La cerimonia è stata presieduta dal Vescovo della Diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, Mons. Carlo Bresciani, in collaborazione con il nuovo amministratore parrocchiale Don Luis e il padre Aro. Tra gli altri ha partecipato l’Amministrazione comunale e al Sindaco Roberto De Angelis è stato affidato il saluto di benvenuto al Vescovo.

L’edificio era stato chiuso a seguito del sisma del 30 ottobre 2016. Dopo la redazione del progetto di messa in sicurezza definitiva della Chiesa Santa Maria Assunta di Cossignano redatto dall’Ing. Tiziano Di Giacinti (direttore dei lavori e coordinatore della sicurezza) per la parte strutturale e dall’Arch. Donatella D’Addazio per la parte architettonica, la Diocesi, per il tramite del supervisore dei cantieri Ing. Piergiorgio Carosi, ha affidato i lavori, avviati il 28 maggio 2018, all’Impresa Costruzioni F.lli Rinaldi Srl di Ascoli Piceno. Il progetto è stato finanziato con il Decreto del Direttore USR n. 111 del 23 gennaio 2018 per l’importo complessivo di € 342.425,49 al lordo del ribasso d’asta. I lavori per garantire l’agibilità dell’edificio si sono conclusi il 3 dicembre 2018. Con ordinanza n. 18 del 6 dicembre 2018, il sindaco Roberto De Angelis, a seguito della relazione istruttoria del responsabile dell’Area tecnica del Comune geom. Marilena D’Angelo, ha revocato l’ordinanza di sgombero dell’edificio.

Gli interventi eseguiti sulla Chiesa riguardano soprattutto il consolidamento delle voltate in camorcanna (volte centrale e laterali) con rete in fibra di vetro e malta di calce idraulica bicomponente, il rafforzamento strutturale delle volte in mattoni dell’abside e delle volte a calotta poste sui 4 angoli della Chiesa con tessuto in fibra di carbonio, le cuciture armate di tipo cantonale mediante incroci di barre filettate atte a formare un reticolo sulla parete nord ed il posizionamento di cinque catene metalliche in modo da contrastare l’effetto locale di ribaltamento delle pareti, senza modificare il comportamento statico e dinamico della struttura. Inoltre è stato eseguito l’intervento di scuci e cuci, necessario per riconferire la resistenza alla muratura lesionata, consistente nella rimozione e successiva ricucitura delle murature degradate soprattutto in corrispondenza della finestra sul prospetto sud e in alcune zone del sottotetto. Infine sono stati effettuati altri interventi straordinari come la rimozione di tutti i detriti ed altro materiale (guano) presenti nel sottotetto della Chiesa, la pulizia estradossale delle volte, il trattamento antitarlo sull’estradosso delle strutture lignee delle volte in camorcanna, la posa in opera di griglie metalliche su tutte le aperture non dotate di finestra per evitare l’accesso al sottotetto ai volatili, la pulizia dell’apparato pittorico delle volte, il consolidamento delle zone ammalorate e il ripristino parziale dell’apparato pittorico solo nelle zone consolidate così come previsto dalle Ordinanze n. 23 e 32 che prevedono esclusivamente gli interventi di messa in sicurezza, cioè dal punto di vista strutturale interventi locali e non interventi di miglioramento o adeguamento sismico e dal punto di vista delle finiture solo il ripristino sulle zone consolidate. Lavori quest’ultimi affidati alla ditta Restaura Sas di Balena Silvia di Ascoli Piceno.

Sul campanile, invece, a partire dalla zona sottostante alla cella campanaria, è stata posizionata un’armatura metallica disposta orizzontalmente e verticalmente e collegata alla muratura con connettori metallici. Tale intervento è stato fatto anche sulla cuspide. Sono state sostituite tutte le catene metalliche esistenti sul campanile con nuove catene opportunamente dimensionate.

La sostituzione si è resa necessaria in quanto le catene presenti erano completamente ossidate ed in alcuni casi spezzate. Inoltre è stato realizzato l’intervento di scuci e cuci, su ampie zone della parte sommitale del campanile. Infine, oltre alla rimozione di tutti i detriti ed altro materiale presenti nella torre campanaria, la posa in opera di griglie metalliche su tutte le aperture esterne (esclusa la cella campanaria) per evitare l’accesso al sottotetto ai volatili, è stata restaurata la parte sommitale esterna del campanile (cuspide) mediante il ripristino dell’intonaco esistente, l’impermeabilizzazione e la stilatura dei giunti della muratura.

A giorni verranno completati i lavori di ripristino dell’impermeabilizzazione e del manto di copertura delle volte a calotta poste agli angoli della Chiesa, il completamento della verniciatura dei profili metallici posizionati all’interno del campanile oltre lo smontaggio del ponteggio esterno alla Chiesa e al campanile e lo smobilizzo di tutto il cantiere.

Gli orari della Santa Messa – Periodo invernale (fino al 31/05/2019)

Ss. Messe feriali              Ex Banca (Via G. Passali 17)        ore 08:30
Ss. Messe prefestive        Chiesa di Santa Maria Assunta     ore 17:30
Ss. Messe festive             Chiesa di Santa Maria Assunta     ore 08:30 – ore 11:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *