Festa in onore di Santa Barbara, Don Giuseppe Giudici ha benedetto i mezzi navali della Capitaneria di Porto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ieri, 4 dicembre 2018 alle ore 8.00, presso la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, il Comandante – Capitano di Fregata Mauro Colarossi – ha presieduto la solenne cerimonia dell’alza bandiera, alla presenza dei rappresentanti delle Associazioni Nazionali Marinai d’Italia di San Benedetto del Tronto, con la quale ha dato inizio ai festeggiamenti in onore di Santa Barbara, Patrona della Marina Militare.

Nel corso della Cerimonia, dopo la lettura dei tradizionali messaggi pervenuti dalle diverse Autorità,  il Comandante Colarossi ha rivolto i suoi personali Auguri ai militari presenti ed ha evidenziato come le donne e gli uomini della Capitaneria di Porto, continuano a rappresentare un insostituibile punto di riferimento per tutti gli utenti che, a qualunque, titolo, svolgono attività marittime e portuali.

La Cerimonia dell’Alzabandiera si è conclusa con la formale consegna delle Onorificenze ottenute dal Personale militare nel corso del servizio.

Subito dopo, i partecipanti si sono recati presso la banchina antistante la sede, dove Don Giuseppe Giudici, direttore Diocesano Ufficio Apostolato del mare, ha presieduto la cerimonia religiosa di benedizione dei mezzi navali della Capitaneria di Porto.

Successivamente, alle ore 12:00, si è svolta, presso la Basilica Cattedrale Santa Maria della Marina, la celebrazione della S. Messa presieduta da S.E. Mons. Carlo Bresciani, Vescovo della Diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, alla presenza delle massime Autorità civili e militari della provincia di Ascoli Piceno e della città di San Benedetto del Tronto, nonché delle molteplici Associazioni dei Marinai d’Italia, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma provenienti dai diversi Comuni di giurisdizione.

La giornata si è conclusa con il consueto momento d’incontro tra il personale militare dipendente ed i loro familiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *