Colletta Alimentare, Don Francesco Ciabattoni: “È stato bello constatare la risposta della gente, cordiale e generosa”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Michela Galieni

Sabato 24 novembre, milioni di italiani hanno risposto ad un invito alla carità e alla solidarietà, proposto dai 150.000 volontari del Banco Alimentare in 13.000 supermercati in tutta Italia.

La Colletta, a livello nazionale, ha prodotto un risultato di cibo donato equivalente a 16,7 milioni di pasti, con una crescita dell’1,8% rispetto al 2017, includendo il contributo di donazioni on-line, modalità introdotta per la prima volta. Quanto raccolto verrà distribuito nei prossimi mesi alle oltre 8.000 strutture caritative.

Nelle Marche, la raccolta complessiva è stata di 236.295 kg con un incremento del 10%. Ascoli Piceno, si è distinta passando da da 28,2 del 2017 a 33,1 tonnellate attuali, rilevando un +17,5%: un eccezionale aumento su 58 punti vendita, umo solo in più rispetto all’anno precedente:

“La crisi c’è ancora, incide ancora sul comportamento d’acquisto delle famiglie – ha dichiarato il Presidente del Magazzino di San Benedetto del Tronto e responsabile provinciale della Colletta Alimentare, Massimo Capriotti – ma nel Piceno la raccolta è tornata ad essere una cartina al tornasole positiva della generosità delle persone, che quando individuano un momento di condivisione come la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare non fanno mai mancare il loro apporto”.

Il Presidente rivolge un ringraziamento  ai settecento volontari ( con un’età media di 36 anni) che hanno lavorato anche sotto la pioggia, al Colonnello Fabrizio Pianese del 235° Reggimento Piceno di Ascoli Piceno per gli uomini e i mezzi dell’Esercito messi a disposizione e alla Dottoressa Lucia Di Feliciantonio della Casa Circondariale di Ascoli Piceno, per aver fatto partecipare alcuni detenuti in qualità di volontari ed aver, a sua volta, permesso di organizzare la Colletta anche all’ interno del carcere, così come è accaduto all’ interno della Caserma “Emidio Clementi” di Ascoli Piceno”.

Una testimonianza diretta dell’iniziativa viene dal parroco della parrocchia Sacra Famiglia don Francesco Ciabattoni e dai volontari della caritas e collaboratori parrocchiali, che non hanno fatto mancare forze, sostegno ed entusiasmo all’iniziativa.

“I nostri volontari hanno partecipato alla 22° campagna di raccolta indetta dal Banco alimentare.” dichiara don Francesco – “Abbiamo avuto l’indicazione di gestire la promozione e la raccolta alimentare in un punto vendita di Ragnola. Sono stati presenti volontari di ogni gruppo parrocchiale, esperti e giovanissimi, operatori della Caritas, del gruppo di San Giuseppe, dei catechisti fino ai ragazzi: con la pettorina gialla, si sono dati il cambio per coprire le 12 ore ed hanno fatto un’ esperienza forte di donazione di sé. Accogliere i clienti, spiegare l’iniziativa, raccogliere, schedare e pesare il cibo, per tante ore non è stato facile, ma é stato bello constatare la risposta della gente, cordiale e generosa. Oltre all’entusiasmo per aver partecipato ad una colletta nazionale organizzata dal Banco Alimentare, abbiamo provato anche la gioia di aver raccolto oltre una tonnellata di cibo (1010 chili) tra scatolame, pasta, latte. Grazie di cuore a chi ha fiducia nel volontariato, a chi pur non potendo ha regalato un sorriso e naturalmente a tutti i volontari.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *