Torna la Colletta Alimentare: sabato 24 novembre condividere i bisogni per condividere il senso della vita

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
dav

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Sala Giunta del Comune di San Benedetto del Tronto ospita la Presentazione della Colletta Alimentare, iniziativa nazionale della Fondazione Banco Alimentare ONLUS, che coinvolge anche la Provincia di Ascoli Piceno

Presenti alla presentazione Massimo Capriotti, Presidente del Magazzino di San Benedetto del Tronto del Banco Alimentare e Responsabile Provinciale per la Colletta Alimentare, Emanuela Carboni Assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Benedetto del Tronto, Francesco Alessandrini responsabile CARITAS per la Parrocchia di “Cristo Re” e del Maggiore Francesco Panza e del Primo Luogotenente Giuseppe Crosta, in rappresentanza del 235° Reggimento Piceno che hanno portato i saluti del Colonnello Fabrizio Pianese, Comandante della Caserma “Emidio Clementi”.

La ventiduesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che si terrà nella giornata intera di sabato 24 novembre,  è ispirata dalle parole di Papa Francesco che in occasione della “Seconda Giornata Mondiale dei Poveri 2018” ha dichiarato che “la partecipazione alla condizione del povero è un segno di condivisione che serve a sentire la presenza attiva di un fratello o una sorella. Non è un atto di delega, ma il coinvolgimento personale di quanti ascoltano il loro grido”.

Nelle Marche, lo scorso anno sono state raccolte 221,1 tonnellate di generi alimentari, 28,2 in provincia di Ascoli Piceno. Quest’anno, in provincia di Ascoli Piceno, aderiranno alla raccolta 58 punti vendita, due in più dell’edizione 2017.

“Ad Acquasanta Terme, dopo una pausa dovuta allo spopolamento post sisma, la Colletta Alimentare sarà fatta in due supermercati con l’aiuto della Sezione Locale dell’Associazione Alpini Italiani – dichiara Massimo Capriotti -. E’ confermata la presenza della Colletta nei principali Comuni interni della Provincia. Ad Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e Grottammare sarà possibile fare la Colletta nei principali supermercati delle catene aderenti ed anche in alcuni punti vendita locali. Stimiamo che nella sola provincia di Ascoli Piceno i volontari saranno tra 700 ed 800: un bell’esempio di solidarietà”.

L’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto, oltre ad un contributo in termini economici, sostiene l’iniziativa con il supporto di volontari che godono della borsa lavoro.

Anche nel 2018, il 235° Reggimento Piceno fornirà per la giornata uomini e mezzi (tre ad Ascoli Piceno e due a San Benedetto del Tronto), oltre ad effettuare durante la settimana una raccolta nella caserma di Ascoli Piceno. Parteciperanno come volontari anche i detenuti della casa circondariale di Marino del Tronto, alcuni dei quali saranno inviati al Magazzino di San Benedetto (usufruendo dei benefici dell’articolo 21) in accordo con il direttore, dottoressa Lucia Di Feliciantonio.

Promossa dalla Fondazione Banco Alimentare, la Colletta vedrà impegnati sul territorio nazionale in 13.000 supermercati ben 145.000 volontari che inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione distribuiti a 8.042 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) le quali aiutano più di 1.580.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 140.000 bambini fino a 5 anni. Le donazioni di alimenti ricevute in quel giorno andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo. Nel 2017, grazie alla rete logistica dei 21 magazzini locali di cui si compone la Rete Banco Alimentare, sono state distribuite oltre 91.000 tonnellate di cibo.

A livello nazionale, per sostenere i costi di trasporto e stoccaggio degli alimenti, dall’11 novembre al 3 dicembre è attivo l’sms solidale al numero 45582 (Il valore della donazione sarà di € 2 per ciascun SMS da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di € 5 per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone, Tiscali).

L’evento gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, in collaborazione con l’Esercito Italiano e decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali, a centinaia di altre associazioni. Da quest’anno anche con l’Associazione Nazionale Bersaglieri.

A sostegno dell’iniziativa come main sponsor, Intesa Sanpaolo, Banca Prossima e UnipolSai Assicurazioni; sponsor Eni e sponsor tecnico Poste Italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *