“La nascita della diocesi di Ripatransone e i suoi primi 6 vescovi” presentata l’ultima fatica letteraria di Don Vincenzo Catani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RIPATRANSONE – Domenica 18 novembre, alle ore 16, presso il palazzo comunale di Ripatransone, è stato presentato l’ultima fatica di ricerca storica di mons. Vincenzo Catani sulla Diocesi di Ripatransone: “La nascita della diocesi di Ripatransone e i suoi primi 6 vescovi (secolo XVI)”. Davanti ad un numeroso ed attento uditorio, il Vescovo emerito Gervasio Gestori ha introdotto il volume, soffermandosi sulle linee generali del testo e sottolineando alcune curiosità inerenti la vita dei singoli Vescovi. Successivamente l’autore ha spaziato nella storia del XVI secolo, inserendo i motivi pastorali e politici della nascita della nuova diocesi ripana. Godibilissima serata, ricca di cultura e di tante curiosità, frutto di una metodica e paziente ricerca archivistica presso vari archivi (primo fra tutti l’Archivio Segreto Vaticano) e soprattutto frutto di un amore a questa nostra Chiesa Truentina, che ormai vanta una serie di pubblicazioni storiche di tutto rispetto e invidiata da altre diocesi.
Don Vincenzo, che da qualche anno sta lavorando ad una importante opera su Sisto V in preparazione al Centenario della nascita di questo Papa, ha promesso di continuare la pubblicazione della serie dei Vescovi ripani.
A lui il nostro ringraziamento e l’augurio di un buon lavoro.

One thought on ““La nascita della diocesi di Ripatransone e i suoi primi 6 vescovi” presentata l’ultima fatica letteraria di Don Vincenzo Catani

  • 22 novembre 2018 at 08:41
    Permalink

    Grande il nostro Parroco Don Vincenzo appassionato e cultore della nostra Diocesi.
    Mette anima e corpo in tutto ciò che fa. I risultati per questo sono sorprendenti. Nell’ascoltare la sua parola o leggere ciò che srive è affascinante, riesce ad usare sempre parole toccanti che fanno riflettere. Grazie Don Vincenzo per il tuo lavoro.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *