Rifiuti: firmato protocollo d’intesa per la Terra dei fuochi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

“Abbiamo un obiettivo ben preciso, quello di tutelare la salute delle popolazioni che vivono nell’ambito di questo territorio”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando i giornalisti in Prefettura a Caserta dopo aver firmato un “Protocollo d’intesa per un’azione urgente nella Terra dei fuochi” con i vicepremier Di Maio e Salvini, i ministri all’Ambiente, della Giustizia, della Difesa, per il Sud, e il sottosegretario al ministero della Salute. Il premier ha rivendicato “una particolare sensibilità e attenzione di questo governo nel contrastare il fenomeno delle discariche abusive, degli incendi dolosi e, più in generale, dei traffici illeciti sui rifiuti”. La “Terra dei fuochi” – oggi “dei cuori” ha detto Conte citando la piccola Aurora incontrata a Caserta – è un’espressione che “comprende una vasta porzione del territorio campano, all’incirca 90 Comuni e oltre 3 milioni di abitanti” che “hanno diritto alla massima tutela della propria salute, ad un ambiente salubre, alla protezione dell’ecosistema in cui vivono”. “Ci sono degli episodi di chiara lesione dell’integrità psicofisica accertati. Questo piano d’azione – ha assicurato il presidente del Consiglio – serve anche per acquisire una mappatura più completa di questo patrimonio informativo di queste patologie, una maggior conoscenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *