Cossignano, Giovani responsabili e protagonisti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
COSSIGNANO – Le trasformazioni culturali che interessano fortemente la moderna società evidenziano la necessità per le Istituzioni di attuare azioni di prevenzione e momenti di riflessione, finalizzati alla promozione del benessere, inteso come il primo livello per un intervento globale ad alta valenza preventiva. Difatti promuovere benessere non significa soltanto sostenere un generico “stare bene” ma fornire adeguati strumenti per essere in grado di affrontare situazioni di difficoltà e di disagio.

La prevenzione dei rischi, la cura e la promozione dello sviluppo personale rappresentano le positive azioni di prevenzione del disagio giovanile, di approccio alle dinamiche e alle trasformazioni che interessano i giovani nella sfera personale e relazionale, nei rapporti con i genitori e  nelle relazioni con l’ambiente sociale, con l’obiettivo di supportare le giovani generazioni nella definizione della propria identità, nell’espansione dell’autonomia personale e nell’assunzione di responsabilità individuali e collettive.

Con la consapevolezza che atteggiamenti istituzionali di attenzione, di ascolto e di informazione possano costituire un supporto alla promozione del benessere giovanile, il Comune di Cossignano ha promosso l’organizzazione di una iniziativa con i ragazzi e con i genitori sulle tematiche di prevenzione del disagio e di promozione della sicurezza, con il supporto dell’Unità di Strada, servizio promosso dall’Ambito territoriale sociale n. 21 in collaborazione con il Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche dell’Area Vasta n. 5 di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, che si rivolge soprattutto ai giovani ma anche alle Istituzioni locali, agli operatori sociali, al mondo del volontariato, ai gestori dei locali e dei luoghi del divertimento.

La programmazione degli appuntamenti e la scelta delle tematiche da trattare negli incontri sono state condivise con i ragazzi, attraverso la formulazione di un questionario anonimo che proponeva la scelta fra una serie di argomenti, quali la legalità e senso civico, l’uso/abuso di alcol e di sostanze stupefacenti, i comportamenti rischiosi nell’utilizzo di internet e social network, gioco d’azzardo patologico, laboratori di intercultura. L’argomento maggiormente gradito dai ragazzi, nettamente sugli altri, è risultato il tema della legalità e del senso civico, da trattare in un incontro ove i ragazzi potessero confrontarsi direttamente con gli operatori dell’Unità di Strada.

L’Amministrazione comunale aderendo alla proposta dei giovani ha organizzato due momenti di incontro, nella Sala comunale Croce Azzurra, in Piazzale Europa a Cossignano: il primo al quale sono invitati a partecipare tutti i ragazzi dai 14 anni in su, dal titolo “CON-FINI DI LEGALITÀ – Riflessioni sul senso civico e la legalità” si svolgerà Sabato 24 Novembre alle ore 17.00 e vedrà la partecipazione del dott. Andrea Lucchetti – Psicologo Psicoterapeuta e Giudice Onorario c/o il Tribunale per i minorenni delle Marche, che effettua per l’Unità di Strada interventi di prevenzione e  promozione del benessere negli Istituti Scolastici e del dott. Romeo Vannicola, Sociologo e Mediatore Culturale e Docente formatore, che svolge per l’Unità di Strada interventi di prevenzione e promozione del benessere negli Istituti Scolastici, con una pluriennale esperienza di Comunità educative per minori con procedimenti penali in corso.

Il secondo appuntamento con l’equipe dell’Unità di strada è rivolto a tutti i genitori e si svolgerà Domenica 25 Novembre alle ore 17.00, dal titolo “IL RUOLO DEGLI ADULTI NELLA PREVENZIONE DEL DISAGIO GIOVANILE, con la presenza del dott. Roberto Giostra – Psicologo Psicoterapeuta e Coordinatore dei Servizi Prevenzione Disagio Giovanile – Coop Cooss Marche, che progetta e coordina servizi di prevenzione e lavora negli Istituti Scolastici in progetti rivolti a studenti, docenti e genitori.

Sarà pertanto un fine settimana ove si affronteranno tematiche importanti, quali la responsabilità, i diritti, la legalità approfonditi grazie alla presenza degli esperti, che promuoveranno l’incontro, il dialogo, il confronto, la condivisione di idee sul disagio giovanile, sul tema della genitorialità e della cittadinanza, non come mera formalità ma come condizione sostanziale da raggiungere e mantenere attraverso un percorso di partecipazione, di responsabilità e di impegno quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *