Monteprandone, celebrato il 4 novembre e le Forze Armate

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MONTEPRANDONE – L’Amministrazione Comunale di Monteprandone ha celebrato, questa mattina, in piazza dell’Aquila il 4 novembre, giorno dell’Unità nazionale, festa delle Forze Armate e anniversario della fine della Grande Guerra, con un programma che ha previsto diversi momenti, anche in relazione al fatto che quest’anno ricorre il Centenario della Vittoria.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco Stefano Stracci, il vice sindaco Sergio Loggi, la presidente del consiglio comunale Loredana Amabili, gli assessori Daniela Morelli, Emerenziana Cappella e Fernando Gabrielli, il consigliere provinciale e comunale Pacifico Malavolta, il vice commissario Massimo Pulcini e il sovrintendente capo Marco Ricci della Polizia di Stato di San Benedetto del Tronto, il luogotenente Gabriele Luciani Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monteprandone accompagnato dal brigadiere capo Claudio Ciabattoni e numerosi cittadini.

La cerimonia ha avuto inizio con l’esecuzione dell’Inno di Mameli da parte del corpo bandistico “Città di Filottrano” che ha poi eseguito diversi brani per celebrare la solennità del giorno tra i quali il brano “La leggenda del Piave” una delle più celebri canzoni patriottiche della Prima Guerra Mondiale.

Successivamente ha preso la parola il sindaco Stefano Stracci il quale ha ricordato come cento anni fa, in questo giorno, terminò una delle pagine più tragiche e gloriose della nostra storia in cui persero la vita moltissimi giovani italiani, tra questi ci furono cento giovani monteprandonesi.

“Ai nostri Caduti vogliamo dedicare questa giornata di memoria e di festa – ha dichiarato il sindaco Stracci – ringrazio le nostre Forze Armate per il lavoro svolto ogni giorno nella difesa del suolo patrio, dai nemici esterni e da quelli interni, dalla criminalità, dalla delinquenza e da tutte quelle forme che rendono meno sicura la nostra vita civile. Grazie ai rappresentanti della Polizia e dei Carabinieri presenti oggi in piazza dell’Aquila. Approfitto di questa giornata per ringraziare il nostro corpo della Polizia Municipale che contribuisce nella sicurezza urbana”.

“Colgo l’occasione – ha proseguito Stracci – per annunciare alla cittadinanza l’arrivo di un nuovo componente del corpo dei vigili. A seguito di un pensionamento, il Comune ha potenziato l’organico e predisposto l’assunzione di una nuova unità attraverso un concorso per mobilità. All’avviso ha partecipato l’ex comandante dei Vigili de L’Aquila, responsabile della Protezione Civile nel periodo della ricostruzione, il dott. Eugenio Vendrame al quale è stato affidato l’incarico di Comandante della Polizia Municipale di Monteprandone. A nome dell’Amministrazione e della cittadinanza gli diamo il benvenuto e gli consegniamo il compito di incentivare e stimolare un nuovo e ancor più efficace servizio sul nostro territorio. Ringrazio anche – ha concluso il Sindaco – il Comandate uscente, il dott. Alfredo Scarfini che, sono certo, continuerà con la solita dedizione e fedeltà nel suo lavoro al servizio dei cittadini di Monteprandone”.

Dopo la solenne benedizione impartita da don Alfonso Rosati parroco della Chiesa del Sacro Cuore, la cerimonia si è conclusa con l’omaggio a coloro che hanno dato la vita per l’Italia attraverso la deposizione della corona d’alloro sul monumento ai caduti presente sotto il Palazzo Comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *