Gli studenti dell’ITC Capriotti in preghiera per le “popolazioni terremotate, perchè trovino il coraggio di sperare”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Una comunità che cammina sulle tracce del Vangelo. E’ questo l’invito che il Vescovo Carlo Bresciani ha rivolto questa mattina ai giovani dell’ITC “A. Capriotti” di San Benedetto del Tronto, riuniti per la celebrazione della Messa d’inizio di anno scolastico,  presso la chiesa Sacra Famiglia di Ragnola.

Molti i ragazzi che hanno svolto il servizio all’altare ed hanno animato la liturgia con canti di lodi accompagnati da giovani musicisti. Don Pierluigi Bartolomei, parroco della Chiesa Regina Pacis, insieme con don Roberto Traini, entrambi insegnanti di religione presso l’istituto, hanno costantemente guidato l’assemblea alla partecipazione ed all’ascolto della Parola.

Durante l’omelia, il Vescovo ha rivolto parole significative sulla vocazione personale. Prendendo spunto dalla lettera di san Paolo apostolo agli Efesìni (Ef 5,21-33), ha esortato i giovani ad essere insieme insieme frutto della fede, nel rispetto e nel mutuo aiuto reciproco. Dal granello di senape del Vangelo secondo Luca
(Lc 13,18-21) il Vescovo ha invitato i ragazzi a spargere nella vita piccoli “semi”, che nel corso del tempo diverranno grandi alberi. Tutto ciò vivendo secondo la legge di Dio e l’umana coscienza, in una comunità che cammina costantemente sulle tracce del Vangelo.

Durante la preghiera dei fedeli i ragazzi hanno pregato:

  • per il papa, il vescovo e la comunità perchè dopo il Sinodo dei giovani, possano essere testimoni del volto bello della Chiesa;
  • per i governanti, perchè l’impegno politico si realizzi come forma di carità ed azione concreta per il bene comune;
  • per i genitori, perchè possano accompagnare e sostenere la vita di ogni giorno;
  • per gli insegnati, perchè il servizio educativo sia svolto con passione, impegno e supporto reciproco;
  • Per le popolazioni terremotate, perchè trovino il coraggio di sperare (a due anni esatti dal sisma del 30 ottobre);
  • per gli studenti, perchè vivano la reale solidarietà e non si scoraggino delle fatiche e dei piccoli fallimenti.

Al temine della Messa, la preside Elisa Vita ha espresso il suo ringraziamento  “al vescovo che ha celebrato questa messa con i docenti don Pierluigi e don Roberto, agli insegnanti, agli alunni, ai ragazzi che hanno animato la celebrazione. Le parole del Vescovo sono piene di sapienza e ci accompagneranno in questo nuovo anno scolastico. Un pensiero, a nome della comunità scolastica, va ai professori che ci hanno lasciato, che vi hanno formato ed accompagnato nel percorso educativo.”

Don Pierluigi ha rivolto infine un ringraziamento a don Francesco Ciabattoni, parroco della Sacra Famiglia, per aver accolto l’ “invasione pacifica”, mentre il Vescovo Carlo, nel congedare l’assemblea, ha chiesto una preghiera ai giovani presenti, assicurando la sua vicinanza spirituale.

dav
dav
sdr

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *