Alceste Aubert in Polonia con il programma ERASMUS+ sul tema della violenza

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Si è svolto dal 22 al 26 ottobre 2018 a Piotrkow Trybunalski in Polonia il workshop sulla violenza. Il progetto Violence, an important problem” è una partnership strategica per l’educazione degli adulti, coordinata dal partner polacco Fundacja Badz Aktywny in collaborazione con i partners europei Asturia vzw (Belgio), Alba Iulia (Romania) e Associazione Culturale EUTOPIA (Italia).

Diversi tipi di violenza sono  discussi nel corso del progetto: violenza domestica,contro le donne, anziani, violenza verbale, fisica, razzismo, xenofobia, violenza religiosa e spirituale, violenza a lavoro e modi per prevenirli e combatterli.
Lo scopo del progetto è sviluppare e implementare nuove soluzioni nel settore dell’educare gli adulti, specialmente quelli che si trovano ad affrontare il rischio di esclusione sociale; ampliare e sviluppare la competenza degli educatori, specialmente in termini di insegnamento efficace degli adulti con basse capacità interpersonali; nonché combattere la discriminazione, la segregazione, il razzismo, l’aggressione e la violenza; scambiare esperienze e buone pratiche in materia di prevenzione e modi di riconoscere le vittime della violenza nell’ambiente locale.
I paesi che partecipano al progetto rappresentano diverse regioni d’Europa (Polonia, Romania, Italia, Belgio). In alcuni di essi il problema più grande è la violenza contro gli immigrati, negli altri domina la violenza domestica. In tutti i paesi c’è un nuovo discorso sui problemi di odio.
Alceste Aubert partecipante italiano per EUTOPIA ha portato la sua esperienza nelle strutture pubbliche per anziani con le attività di clown e pet- terapia svolte nella città di San Benedetto del Tronto ed ha  incontrato rappresentanti locali di fondazioni che si prendono cura delle persone anziane e vittime di violenza.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito Web del progetto: www.no-violence.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *