San Benedetto, “Azioniamoci: gli anziani e il sostegno alle loro fragilità”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Jonas San Benedetto del Tronto, centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi, insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, sta realizzando un progetto dal titolo “Azioniamoci: gli anziani e il sostegno alle loro fragilità”. Il progetto prevede una rete di partenariato ampia composta da: cooperativa Tangram, Asur Marche Area Vasta 5, Vivere insieme azienda pubblica di servizi alla persona, i Comuni di Montefiore dell’Aso, Ripatransone e Montalto delle marche e gli Istituti scolastici comprensivi dei suddetti comuni. Il progetto, che ha avuto inizio a gennaio 2018 e terminerà ad aprile 2020, ha l’obiettivo di qualificare il tempo libero dei soggetti “deboli” come gli anziani ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali di Montefiore dell’Aso, Ripatransone e nella casa della terza età di Montalto delle Marche. Inoltre, importante è anche il ruolo degli psicologi e psicoterapeuti che offrono uno spazio di ascolto, attraverso dei gruppi di parola, al personale sanitario che si occupa dell’anziano e alle famiglie.

Per gli ospiti delle residenze, molteplici sono le attività che si stanno realizzando come attività laboratoriali e di animazione con realizzazione di mini eventi a cadenza mensile; grazie alla cooperativa Tangram, al partenariato con le scuole e i comuni, nel mese di ottobre, i ragazzi dell’ ISC di Montalto delle Marche e del CCR (consiglio comunale dei ragazzi) di Montefiore dell’Aso e Ripatransone entreranno all’interno delle tre strutture coinvolte nel progetto per passare insieme agli ospiti una giornata diversa. Gli incontri tra le diverse generazioni sono importanti soprattutto per il benessere degli anziani che hanno, così, la possibilità di passare giornate diverse dalla solita routine. Le date in cui entreranno i ragazzi nelle strutture che ospitano gli anziani saranno: venerdì 26 ottobre 2018 a Montalto delle Marche nella casa della terza età V. Galli, lunedì 29 ottobre presso l’RSA di Montefiore dell’Aso e mercoledì 31 ottobre presso l’ RSA di Ripatransone. Per questo progetto essenziale, se non indispensabile, è aprire le porte di queste strutture alla cittadinanza per permettere uno scambio intergenerazionale importante per la nostra società.

Fin dalla sua nascita Jonas si è impegnata, sul territorio e in collaborazione con la rete delle istituzioni (scuole, ospedali, associazioni culturali), in iniziative e progetti di sensibilizzazione nell’ambito della psicoanalisi applicata alla cura dei nuovi sintomi. I sintomi contemporanei condividono il tratto della solitudine e dello sfaldamento del legame. Per questo motivo l’organizzazione di presentazioni di libriconferenze aperte alla cittadinanzasportelli di ascolto all’interno delle scuole attività di sostegno alla genitorialità, e più in generale la creazione di luoghi di incontro rivolti alla cittadinanza hanno lo scopo di rompere il silenzio del sintomo e di riabilitare il legame sociale per fare rete intorno al disagio.

L’équipe di Jonas San Benedetto del Tronto, con sede in viale Alcide De Gasperi 51 San Benedetto del Tronto, è composta: dott.ssa Meri Caponi, psicologa e presidente Jonas San Benedetto del Tronto, dottor Franco Lolli, psicoanalista, dott.ssa Eloisa Alesiani psicologa-psicoterapeuta, dott.ssa Barbara Marinelli psicologa, dott.ssa Laura Santirocco psicologa-psicoterapeuta, dott.ssa Letizia Sgattoni psicologa- psicoterapeuta e Chiara Cavallo psicologa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *