FOTO e VIDEO Festa San Benedetto Martire

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Foto Nicola Rosetti

Foto Simone Incicco

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande festa per onorare San Benedetto Martire, Patrono della nostra Città. Come accade da 11 anni a questa parte, cioè dal 2007, quando il precedente vescovo Gervasio Gestori volle ripristinato il culto del santo nel giorno del sul martirio (avvenuto, secondo la tradizione, il 13 ottobre 304), un numeroso gruppo di fedeli si è radunato nello spazio antistante la basilica cattedrale per prendere parte alla processione che si è snodata per le vie del centro cittadino. Qui sono ovviamente convenute anche le autorità religiose, civili e militari della Città.

La processione, presieduta dal vescovo Carlo Bresciani, è regolarmente iniziata come da programma alle 16.30 e ha percorso le vie della Città, addobbate a festa, soprattutto nel territorio dove insiste la Parrocchia di San Benedetto Martire. Si sono alternati momenti di preghiera e l’esecuzione di alcuni brani da parte della banda di San Benedetto.
Tanti i fedeli, ma anche i semplici curiosi, che si hanno sostato in attesa del passaggio del simulacro di San Benedetto che, adagiato su un carro processionale, è stato trainato da alcuni parrocchiani. A fare da scorta sono stati due carabinieri in alta uniforme. Particolarmente suggestivo è stato l’ultimo tratto del percorso, quello che inizia con la salita in via Fileni, dove già era possibile sentire il suono delle campane a festa.
La venerata immagine di San Benedetto ha fatto il suo ingresso in chiesa accolto dal fragoroso applauso dei fedeli. Ha avuto così inizio la Santa Messa, presieduta da Mons. Bresciani, concelebrata da vari sacerdoti della Città e animata dal coro parrocchiale.

Durante la sua omelia, il Vescovo Carlo ha dato ampio spazio a una riflessione sull’importanza della presenza dei cristiani nello spazio pubblico, prendendo proprio ad esempio San Benedetto, il quale, aperto a quei valori insiti nel riconoscimento della trascendenza di Dio, ha saputo dare anche la vita per il bene comune. Compito della Chiesa, ha sottolineato il vescovo Carlo, non è solo quello, pur lodevole, di alleviare le sofferenze umane, ma anche e soprattutto di annunciare il Vangelo al fine di prevenire tante situazioni di disagio. Il bene comune è stato l’altro tema sul quale il vescovo Carlo si è soffermato, constatando che ad esso purtroppo si contrappongono visioni parziali e utilitaristiche che frantumano la coesione sociale.
Di seguito il video integrale dell’omelia.

Al termine della celebrazione, il Sindaco Pasqualino Piunti ha simbolicamente riconsegnato le chiavi della Città al Santo Patrono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *