Ripatransone, il Vescovo Bresciani sarà presente all’inaugurazione del complesso residenziale “Le Ville”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – L’Anffas ONLUS di Grottammare, fondata nel 1993 compie 25 anni.
Nel 2003 istituisce a Ripatransone, grazie alla Regione Marche, la prima Casa Famiglia per accogliere persone con disabilità prive di sostegno familiare. Nel corso dei 15 anni di operatività la nostra Associazione si è presa cura di circa 20 persone con disabilità, anche garantendo accoglienza per periodi di sollievo familiare.
Il 30 ottobre dopo il violento terremoto del 2016, l’Anffas Onlus di Grottammare si è trovata costretta a cercare una nuova soluzione alternativa.

I responsabili affermano: “Abbiamo identificato sul territorio di Ripatransone, grazie all’impresa SIPA, un contesto abitativo in stile americano, ideale per gli scopi che ci prefiggiamo, tenendo conto principalmente della qualità della vita delle persone con disabilità di cui ci prendiamo cura”.

Il quartiere residenziale è ubicato lungo la Val Tesino, poco distante dal casello autostradale di Grottammare e facilmente raggiungibile attraverso le principali vie di comunicazione.Posizione di straordinaria importanza per la qualità della vita di persone con disabilità, che possono muoversi liberamente in un luogo completamente urbanizzato e dotato di tutti i servizi necessari, molto socializzante. In una porzione di questo quartiere sorge il complesso residenziale “LE VILLE” è in tale contesto che Anffas Onlus di Grottammare ha individuato due ville piano terra, con ampio giardino. Una villa con 10 posti, dove si è trasferita la Comunità Socio Educativa Riabilitativa che accoglie persone con disabilità prive di un sostegno familiare, abbellita grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, la seconda villa con 5 posti destinata al Progetto “Abito in Villa” realizzato in base alla Legge 112/2016 sul Dopo di Noi.

Tale Legge introduce misure che tutelano le persone con disabilità grave non solo dopo la scomparsa dei genitori (dopo di noi), ma attraverso una progressiva presa in carico della persona
interessata (durante noi), che prevede il coinvolgimento delle famiglie stesse. Una Legge che potenzia e tutela i diritti delle persone con disabilità in linea con la Convenzione ONU, che
riconosce l’eguale diritto di tutte le persone con disabilità a vivere nella comunità, liberi di scegliere dove e con chi vivere, alla pari di qualsiasi altra persona.Anffas Onlus di Grottammare, con il
Progetto “LE VILLE” propone una sintesi nuova tra l’accoglienza della persona con disabilità e la familiarità di una vera casa. Questo importante progetto rappresenta un capovolgimento del
tradizionale approccio in materia di assistenza delle persone con disabilità. Viene proposta una nuova cultura della disabilità vista in un’ottica di valorizzazione delle proprie autonomie in un
percorso di autodeterminazione.L’obiettivo dell’ Anffas Onlus di Grottammare è quello di garantire buoni standard di qualità della vita attraverso un percorso individualizzato di autonomia.

I responsabili dichiarano: “Il tradizionale termine di residenza/istituto è sostituito dalla parola “casa”, dove il concetto di ospite è sostituito con “persona residente”; i ritmi sono quelli di un contesto familiare come lo svolgere le normali attività della vita quotidiana (cura della persona, della casa, lavoro, sport ecc…), ognuno in base alle proprie potenzialità.Il 6 ottobre a partire dalle ore 10:00 Anffas Onlus di Grottammare inaugura il Dopo di Noi con il progetto “LE VILLE”. Per rendere partecipe il territorio e far conoscere all’intera comunità il nostro Progetto, si terrà nella medesima giornata una Tavola Rotonda sul tema: “Legge 112: un confronto costruttivo”.Sarà un’occasione per parlare del Durante e Dopo di noi, confrontandoci su un argomento di grande importanza per tutte le Famiglie che hanno persone con disabilità. È doveroso evidenziare che tali progetti possono prendere vita grazie al sostegno, oltre che delle nostre Istituzioni (Regione – ASUR – Provincia – Comuni) anche di chi come Banca Prossima, Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Ditta SIPA, BCC Credito Cooperativo, hanno scelto, come noi, di mettere al centro “la persona”. Un impegno condiviso che intende rispondere ai bisogni di una nuova comunità impegnata in questa nuova sfida sociale finalizzata al miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità.Data l’importanza dell’evento parteciperanno alla Tavola Rotonda Autorità e Professionisti del settore”.

L’appuntamento è fissato per il 6 ottobre 2018 alle ore 10:00 presso il complesso residenziale la Vigna, in Contrada Cabiano Ripatransone (AP), sarà presente anche il Vescovo della diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, Mons. Carlo Bresciani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *