Vescovo Bresciani ai cresimandi: “lo Spirito Santo vi aiuterà nelle prove, vi aiuterà a combattere il male”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Sabato 22 settembre presso la parrocchia san Niccolò di Acquaviva Picena Sua Eccellenza Monsignor Carlo Bresciani durante la santa Messa delle 18:00 ha amministrato il Sacramento della Cresima a diciannove ragazzi: Andrea, Clarissa, Adrianna, Ilaria, Eleonora, Chiara, Stephany, Benedetta, Luca, Serena, Valeria, Ludovica, Eleonora, Alessia, Cristina, Alessia, Greta, Beniamino, Andrea. La santa Messa presieduta dal vescovo Carlo è stata concelebrata dal parroco don Alfredo e dal vice parroco padre Claudio con l’assistenza del cerimoniere Walter e del diacono Giovanni. Dei canti della Celebrazione se ne è occupato il coro parrocchiale accompagnato all’organo dal M° Graziella Angellotti. All’inizio della Messa i ragazzi si sono presentati come il gruppo degli angeli perché si sono contraddistinti per la loro particolare pacatezza e gentilezza, hanno poi ricordato che nel cammino per ricevere il Sacramento sono stati affiancati dagli educatori Paola, Antonella e Fabio, ricordando anche Rosella prematuramente scomparsa. Sua Eccellenza Monsignor Carlo Bresciani nell’omelia ha incoraggiato i giovani dicendo: “Grazie a tutti per la vostra presenza, grazie ragazzi. Abbiamo ascoltato le Letture, esse ci fanno capire che la vita non è necessariamente facile, non è facile per nessuno e non lo sarà nemmeno per voi. Non significa che siete cattivi se vi si presenteranno delle prove, fanno parte della vita di ognuno, ma il cristiano sa che il Signore in quei momenti di sofferenza è vicino. Il Signore ci invita a stare attenti e ci rassicura dicendoci che quando si presenteranno le prove Lui ci aiuterà a superarle, ci aiuterà a portare la croce. Tutti noi nella vita incontreremo chi ci farà del male, li ha incontrati anche Gesù ed è stato condannato a morte da alcuni di loro, se qualcuno ci fa soffrire non è perché ci siamo comportati male, il motivo della cattiveria di molta gente indica che il loro cuore è malato, è triste, è guidato da sentimenti sbagliati. Voi vi siete dati l’appellativo di gruppo degli angeli, ma oltre agli angeli ci sarà il diavolo che vorrà farci seguire le sue vie, sta a noi scegliere quale strada intraprendere, se ci comportiamo male soffriamo noi e facciamo soffrire gli altri, ecco allora che dobbiamo guarire il nostro cuore malato e combattere i sentimenti sbagliati. Le lotte di questa società ci tentano ad essere i primi sugli altri e ciò comporta il rendere schiavi i nostri fratelli, ma il Signore ci avverte dicendoci che gli ultimi saranno i primi nel Regno dei Cieli, non lasciatevi ingannare ragazzi dal demonio, anche lui poteva essere un angelo, ma per primeggiare su Dio ora è un demonio. Fatevi servitori degli altri, non rendete i vostri fratelli schiavi. Un cristiano, ma anche se non cristiano, un essere umano comunque deve avere come desiderio solo il bene del prossimo. Oggi ragazzi voi riceverete lo Spirito Santo, Egli vi aiuterà nelle prove, vi aiuterà a combattere il male. Il mondo insiste a dirci che non c’è più bisogno di Dio e che possiamo farcela da soli, ma vedendo tutto quello che succede intorno a noi siamo davvero sicuri che non c’è più bisogno del Signore? Io ragazzi pregherò per voi affinché riusciate ad essere veramente quegli angeli che volete essere”.

Patrizia Neroni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *