Rotella: fusion di tradizione culinaria e cultura artistica

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Grande successo per la serata organizzata dai musei Sistini del Piceno ed il comune di Rotella presso Castel di Croce, nella Chiesa di San Severino. Un riuscito connubio di musica e poesia, un appassionato dialogo sui libri (…e ancora libri…) tra Alessandro Pertosa e L’autore Lucilio Santoni, scrittore di successo, che hanno amabilmente disquisito sul valore dello strumento cartaceo, sul senso, sull’importanza per cambiare le persone.

Il dialogo è stato inframezzato da interventi musicali barocchi di “Anticosuono”. Al flauto Elena Pacchioli ed al clavicembalo Clementina Perozzi. Il Sindaco di Rotella Giovanni Borraccini ha ringraziato le musiciste che hanno suonato gratuitamente per contribuite alla “ricostruzione dell’anima”, di queste piccole comunità terremotate. Un gesto di generosità e di speranza.

La serata culturale è stata preceduta alle ore 18:30, dalla visita guidata alla mostra “Opera d’Arte salvate dal terremoto”, allestita presso il Museo d’arte sacra “Ciccolini” di Rotella e da un aperitivo alle 18:30 presso il cortile antistante il museo stesso.

Tra i presenti Gino Troli, ex assessore alla cultura della Regione Marche, e Carlo Verducci, ex assessore alla cultura della provincia di Ascoli Piceno, attualmente presidente del conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo, che hanno visitato la mostra e partecipato alla serata culturale.

Ma c’è di più. In occasione delle sagre di Rotella, il Porco incluso, per ogni consumazione verrà consegnato un biglietto che darà la possibilità di  visitare gratuitamente la Mostra: “Opere salvate dal terremoto da Camerino e dalle terre Sistine”.

“Sono stati stampati 7500 biglietti che saranno distribuiti durante le sagre che si tengono a Rotella nei prossimi giorni. Il biglietto ha validità fino al 30 settembre e garantirà la visita guidata.” riferisce Paola di Girolami, direttrice dei Musei Sistini del Piceno “Le sagre sono la massima espressione della tradizione locale. A questa, aggiungiamo l’invito a lasciarsi catturare dall’atmosfera dell’arte. Insieme rappresentano tutta l’autenticità della cultura locale.”

La mostra è visitabile tutti i giorni fino al 30 settembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30.

Durante le feste e sagre di Rotella il Museo d’arte sacra Ciccolini rimarrà aperto fino alle ore 23.00 c.ca

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *