Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione, Erasmus in Spagna sul turismo sostenibile

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Imprenditoria giovanile e turismo sostenibile, dall’idea al business plan. Si è svolto in Spagna, a Madrid, il workshop operativo del progetto “Dream, believe, achieve”, realizzato grazie al programma europeo Erasmus+. Si tratta di un progetto della durata di un anno nell’ambito della “Key Action 2: Capacity building in the Field of Youth – Partnership per l’imprenditorialità”, nato dalla collaborazione tra l’Istituto italiano Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione, l’associazione armena Youth for Exchange and Cooperation, la spagnola Aidejoven e la Georgian Youth for Better Future. La tappa madrilena è stata la terza dopo la conferenza di lancio svoltasi a febbraio in Armenia e il training course dello scorso aprile a San Benedetto del Tronto. In Spagna, con il gruppo di giovani provenienti da Armenia, Italia, Spagna e Georgia, abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con esperti e consulenti con l’obiettivo di realizzare un vero e proprio business plan per il lancio di una start-up a partire dall’idea di impresa. Oltre alle ore d’aula, abbiamo anche avuto la possibilità di visitare la capitale spagnola e alcune località adiacenti. In particolare, il centro per lo sviluppo del turismo della Sierra Norte de Madrid e l’Agroturismo el Capriolo di Garganta del los Montes, un piccolo borgo rurale situato tra le montagne a nord della capitale. Durante la visita al centro per il turismo ci sono state illustrate le buone pratiche e le iniziative di successo per lo sviluppo di flussi turistici in quel particolare territorio: accoglienza, attività legate alla natura e all’ambiente rurale, gastronomia, educazione ambientale e sostegno alle imprese turistiche locali. All’agroturismo El Capriolo,dice Roberta Fonti ,partecipante e reporter, invece, è stato possibile esaminare differenze e similitudini con le strutture analoghe negli altri paesi di riferimento, siamo stati accolti da Jaime, il proprietario, che con garbo e gentilezza ci ha spiegato il suo modello di gestione e fatto conoscere i simpaticissimi asini che fanno parte integrante delle attività con i suoi ospiti, insieme al resto degli animali della fattoria.

Tutte le attività, che si concluderanno a ottobre con la conferenza di chiusura a Tblisi, in Georgia, dice Alceste Aubert, coordinatore progetti erasmus dell’Istituto MArcucci, hanno avuto come obiettivo quello di migliorare le capacità imprenditoriali dei giovani, lo sviluppo e l’innovazione delle imprese turistiche e la creazione di prodotti innovativi grazie al confronto e alla cooperazione con altre realtà imprenditoriali in ambito internazionale nel settore del turismo sostenibile, un segmento in forte espansione in Armenia e in Georgia nonché settore chiave dell’economia in Spagna e Italia.

One thought on “Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione, Erasmus in Spagna sul turismo sostenibile

  • 13 agosto 2018 at 07:42
    Permalink

    Buongiorno.
    Sono il padre di una ragazza coinvolta in questo fantastico progetto. Lodevole perché si preoccupa in modo concreto della sana formazione dei giovani favorendo il corretto rapporto tra di loro e tra le varie attività produttive.
    E’ oggi di primaria importanza valorizzare imprenditori che restano fortemente attaccati al territorio, alla loro storia e tradizioni.
    Oggi più che mai è richiesto l’impegno di tutti noi operatori ed educatori nel formare una generazione nuova che non si faccia fagocitare dalle logiche imprenditoriali mirate esclusivamente al massimo profitto. Una generazione nuova che incoraggi piuttosto la corretta ed equilibrata interazione tra diverse, autonome e…numerose attività produttive.
    Solo così potremo concretamente rispettare l’uomo come individuo
    1) nella sua competenza, cultura ed esperienza
    2) nel suo territorio, come ambiente da conoscere e tutelare da un punto di vista naturalistico e paesaggistico
    3) nella sua storia, fatta di tradizioni e folklore.
    Tutelare le radici dei popoli.
    Il vero rispetto in sostanza della Vita che Dio ci ha donato e che abbiamo il dovere di proteggere in tutti i suoi aspetti.
    Grazie di cuore alle Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione, grazie ad Alceste Aubert e a voi tutti per il prezioso contributo.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *