Ripatransone, tutto pronto per la XXIII edizione della Rassegna Concertistica Picena

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RIPATRANSONE – Ritorna a Ripatransone la Rassegna Concertistica Picena giunta alla sua XXIII edizione. Organizzata dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione Musicale Marchigiana, inizierà il 25 luglio per concludersi il 16 settembre con un cartellone di cinque serate ognuna delle quali caratterizzata da una fisionomia artistico-musicale ben precisa. Si andrà dal belcanto al virtuosismo strumentale, dalle melodie mediterranee alle creazioni pittoriche estemporanee, dagli strumenti antichi originali alle fascino della tromba e dell’organo, il tutto sempre ospitato in luoghi e contesti di grande valore artistico e architettonico.

Ad aprire la Rassegna, mercoledì 25 luglio alle ore 21.15, presso il Museo Archeologico “Cesare Cellini”, sarà il duo composto da Cristina Palucci al violino accompagnata al clavicembalo da Walter D’Arcangelo. I due musicisti proporranno un serata dal titolo Suggestioni barocche  con pagine di Frescobaldi,  Bach, Corelli. Cristina Palucci, diplomata a pieni voti presso il Conservatorio di Milano e perfezionata in violino barocco presso il Conservatorio di Ginevra con F. Malgoire, ha suonato in varie formazioni in Italia e in Europa, Israele, Sud America, USA sotto la guida di Renzetti, Samale, Carminati, Michelangeli, Pinzauti, Sinopoli, Noseda, Muti. Collabora con orchestre barocche quali Auser Musici, Ensemble Baroque de Geneve, Ensemble Baroque de Lyon, Arìon Consort, Accademia Bizantina, Ensemble Elyma, Ensemble XVIII-21 Musique de Lumierès di Parigi diretta da Frisch, Linden, Goodman, Garrido, Dantone. Ha inciso per Arion, Agorà, Tactus, Bongiovanni, CD Classica, Amadeus e registrato per RAI2, RAI 3, Radio RAI, Radio Clasìca (Spagna). Walter D’Arcangelo, diplomato presso il Conservatorio di Pescara in Organo e Clavicembalo sotto la guida della Prof.ssa G. Franzoni e del M° F. Baroni, è Presidente dell’Associazione Organistica Fedri. Ha all’attivo numerosi concerti in Italia e in Europa. E’ organista presso la Cattedrale di San Giustino in Chieti.

In apertura di serata, la curatrice Ilene Acquaroli presenterà il patrimonio archeologico ripano e racconterà la storia del Museo “Cesare Cellini” risalente al 1877: al termine del concerto, dopo il consueto brindisi , sarà possibile visitare l’esposizione dei reperti tutti di provenienza locale. Ottimizzare i costi senza rinunciare alla professionalità, questa è l’alchimia alla base della Rassegna che anche per il 2018 mantiene l’ingresso libero per tutte  le serate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *