Ripatransone, un successo “Bambini in Piazza, Famiglie Gioiose”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RIPATRANSONE – È un’estate allegra e movimentata per i giovani ripani grazie alle molteplici iniziative promosse dalle parrocchie “Santi Gregorio Magno e Nicolò”  e “Santi Benigno e Michele Arcangelo” che in collaborazione col Circolo Parrocchiale del Centro Sportivo Italiano hanno organizzato la manifestazione “Bambini in Piazza, Famiglie Gioiose”

L’iniziativa si va ad aggiungere alle attività che hanno preso vita sin dalla fine di giugno e in particolare il Grest. In questo week end (sabato 14 e domenica 15 luglio) tre squadre, composte da giovanissimi dai 6 ai 13 anni, ovvero dai ragazzi che frequentano le classi dalla prima elementare alla seconda media, si sono misurate in attività di gioco opportunamente rivisitate per la loro età. In questi due giorni, il centro cittadino è stato gioiosamente invaso da gonfiabili e da stand gastronomici per la gioia di giovani e meno giovani. Alla fine è risultata vincente la squadra “Arcadia”, mentre le squadre “Messenia” e “Laconia” sono salite sul podio guadagnandosi rispettivamente il secondo e il terzo posto.

Domenica sera, organizzata dal Comune, si è svolta la presentazione del volume Frate Mago. Annunciare il Vangelo con gioia con la presenza dell’autore, il giornalista Vincenzo Varagona, e del protagonista del libro, padre Gianfranco Priori, in arte “Frate Mago” che al termine si è esibito con i suoi caratteristici giochi di prestigio alla presenza di più di 150 persone.

Grande soddisfazione è stata espressa dal parroco don Nicola Spinozzi: “Stare con i giovani aiuta a tornare giovani ed è per me un momento per ricaricarsi”. Sulla stessa scia anche gli educatori che si sono spesi per la realizzazione dell’evento:
“A fine della serata stanchi ma felici, possiamo dire di essere soddisfatti perché abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, quello di riempire la piazza di risate, di grida e di tanti sorrisi. Oggi il Signore era in mezzo a noi e si è fatto vedere nei sorrisi dei tanti bambini e ragazzi, nei volti dei nostri giovani e nei gesti straordinari e magnifici di tanti adulti,che sono accorsi a darci una mano quando ci hanno visto in difficoltà. Oggi abbiamo assaporato cosa significa essere parte di una comunità e ci siamo sentiti veramente fratelli. Grazie Signore perché molti nostri sogni si cominciano pian piano ad avverare” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *