Mercatino “De Legrotte”, fino al 3 settembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Artigiani e creativi del “fatto a mano” tornano a darsi appuntamento ogni martedì sera nelle aree pedonali del centro e del lungomare della Repubblica.

Inizia il 3 luglio la quarta edizione del “Mercatino De Legrotte”, appuntamento estivo di grande richiamo per residenti e turisti.

Fino al 4 settembre, dalle ore 17,30 a mezzanotte, 70 espositori selezionati direttamente dagli uffici dell’assessorato alle Attività produttive mostreranno articoli e manufatti di artigianato e creatività in genere.  Circa un terzo di loro espone a Grottammare per la prima volta.

La gestione diretta del Mercatino De Legrotte affidata agli uffici comunali ormai da 4 anni ha permesso di riqualificare i prodotti proposti, di risolvere alcune criticità della viabilità e, non ultimo, di aumentare gli incassi per il Comune di 14.000 € annuali.

“Anche quest’anno si conferma il successo organizzativo del mercatino, che abbiamo scelto di riprendere alla nostra gestione diretta, dopo decenni di gestioni esterne – ricorda l’assessore Lorenzo Rossi, appena riconfermato al settore ora declinato anche alle Politiche turistiche – . Maggiore qualità grazie a una selezione riservata quasi esclusivamente al ‘fatto a mano’; tariffe più basse della media per gli espositori che partecipano, cui corrisponde un incasso molto più elevato per il Comune; più ordine e meno mezzi ingombranti parcheggiati sul lungomare. Questa è la dimostrazione del fatto che, al di là dei miti diffusi, il pubblico può essere efficiente tanto, se non più, del privato”.

Gli espositori del settore “Artigiani” sono 17 (calzature, borse, pelletterie, abbigliamento, tessitura, ricamo, maglieria, gesso, gioielli in metallo), 39 gli “Hobbisti” (tombolo, gioielli in rame, cartoline, francobolli, merletti, piccola oggettistica in legno, fimo, cappelli, magliette con stampe, biancheria antica, gioielli realizzati con pietre dure) e 14 sono i “Creativi” (ceramica, uncinetto, dipinti, saponi, bigiotteria, cucito). L’ufficio Commercio può ancora accogliere nuove domande.

Quest’anno, la figura del “Creativo”, istituita da apposita legge regionale, ha sostituito quella dell’OPI (opere del proprio ingegno): si tratta, come in precedenza, di appassionati che creano oggetti fatti a mano, ma che d’ora in poi dovranno avere un tesserino che attesti la presenza al massimo a 12 mercatini l’anno, come già accade per gli hobbisti, che sono invece autorizzati a vendere anche oggetti non di loro produzione.

Nell’attesa di conoscere le novità del “Mercatino De Legrotte” 2018, stasera (giovedì 28 giugno) intanto, inizia anche il mercatino dell’Oleandro sul lato sud del Lungomare De Gasperi. L’iniziativa è curata dall’Associazione ACAI, fino al 30 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *