Il Comune di Martinsicuro si dota di un apposito “Piano Antenne” e di uno specifico regolamento comunale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MARTINSICURO – L’Amministrazione comunale di Martinsicuro, mediante un’apposita delibera, ha deciso di dotarsi di un piano di localizzazione degli impianti e delle infrastrutture funzionali alla rete di telecomunicazione, comunemente indicato come “Piano Antenne”. Questo sarà integrato da un apposito regolamento comunale, volto alla definizione e alla localizzazione degli impianti da realizzare o riqualificare anche mediante loro trasferimento.

“Lo scopo che ci siamo prefissati è quello di contenere, in un unico quadro conoscitivo, le antenne, i trasmettitori, le infrastrutture e le apparecchiature per la telefonia mobile, i radar e i ripetitori e di disciplinarne così l’installazione, la modifica, l’adeguamento e l’eventuale risanamento sul territorio del Comune di Martinsicuro, per garantirne il corretto insediamento urbanistico e territoriale, nel rispetto di uniformi criteri di tutela della salute, dell’ambiente e del territorio, anche preferendo i siti di proprietà comunale, e sostenendo la pratica del “co-siting” con la condivisione di più gestori dei medesimi sostegni ed apparati di alimentazione elettrica e, dove tecnicamente possibile, anche i medesimi apparati d’antenna” dichiarano il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, ed il Consigliere delegato all’Urbanistica, Alessandra Pulcini.

“Con tale delibera ed atti conseguenti puntiamo a garantire sia un’ottimale servizio per il territorio, ma anche e soprattutto una razionalizzazione degli impianti già esistenti e, per il futuro, una scelta accurata dei luoghi per il posizionamento di nuove strutture con la preminente finalità di tutelare i parchi ed i siti pubblici sensibili, le aree del lungomare e quelle zone a maggiore densità abitativa per salvaguardare la salute della cittadinanza e minimizzare l’impatto visivo delle antenne e degli impianti a livello paesaggistico” sottolineano gli amministratori truentini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *