Grottammare, Sacra Giubilare: l’araldo apre le celebrazioni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Anche più di un evento al giorno per celebrare la Sacra 2018, che parte da piazza Carducci per l’annuncio ufficiale.

Sabato prossimo, 23 giugno, Grottammare si cala per 15 giorni nel Medioevo, con l’apertura degli eventi dedicati alla festa civile e religiosa che  da tempo immemore si celebra soltanto quando il 1° luglio cade di domenica.

Com’è tradizione, l’annuncio sarà ufficialmente dato da un araldo a cavallo, che attraverserà la città da sud a nord, partendo da Zona Ascolani alle 17.30 per raggiungere piazza Fazzini, dopo aver percorso il lungomare cittadino. La voce dell’araldo sarà accompagnata dal rintocco dei tamburi e preceduta dagli sbandieratori del Gruppo Alfieri e Musici Storici che, dopo l’ultimo proclama, si esibiranno in uno spettacolo acrobatico.

La Sacra rievoca una storia di circa mille anni fa, tramandata oralmente di generazione in generazione. La sua origine si fa risalire all’approdo di fortuna di Papa Alessandro III sul litorale grottammarese, intorno al 1177, avvenuto a causa di una terribile tempesta in Adriatico, e alla concessione dell’indulgenza plenaria con cui il pontefice ringraziò la comunità che lo accolse con grande fervore religioso. Indulgenza, però, da lucrare solo nell’anno in cui il primo giorno di luglio cada di domenica e solo nelle due settimane a cavallo di tale data.

“Iniziano 2 intense settimane da vivere pienamente – dichiara il sindaco Enrico Piergallini – Ricordo a tutti che la prossima Sacra ritornerà tra 11 anni, dovremo attenderla con ansia. Per festeggiare al meglio, abbiamo predisposto un calendario di eventi tra i più ricchi mai organizzati, sia per numero che per qualità, da godere però con una prescrizione: ciascun appuntamento non è stato pensato per essere consumato e gettato via, piuttosto, ogni evento è parte di un percorso complessivo che punta  a ricostruire l’ambiente, l’atmosfera e il senso si eccezionalità e sacralità di questa festa”.

In serata, sabato 23 giugno, ore 21.30, piazza Kursaal sarà lo scenario di “Genesi, l’inizio, la creazione, la Vita”, spettacolo di Sbandieratori e fuochi pirotecnici del GAMS di Servigliano. L’attore Vincenzo di Bonaventura sarà la voce che accompagnerà le piroette delle bandiere per rievocare la creazione dell’universo.

Domenica 24 giugno (ore 19), la Sfilata del rosso stendardo aprirà i giorni dell’Indulgenza plenaria (24 giugno-8 luglio). Il corteo storico sarà animato dai Tamburini e dalle Chiarine del Sestiere di Porta Maggiore della Quintana di Ascoli Piceno.

L’organizzazione delle manifestazioni civili è curata dall’assessorato alla Cultura della Città di Grottammare. Il programma (vedi link) riporta anche il calendario delle celebrazioni religiose promosse dalla Diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto e dalla Parrocchia Madonna della Speranza e dalla Parrocchia di San Martino. L’organizzazione generale prevede, inoltre, il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e dell’Associazione Marchigiana Attività teatrali, con il patrocinio di Regione Marche e Provincia di Ascoli Piceno.

Tutti gli eventi sono gratuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *