Papa Francesco ha benedetto lo stendardo della Sacra Giubilare di Grottammare

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Foto Emanuele Imbrescia e Vatican Media

ROMA – Mercoledì 13 giugno al termine dell’Udienza Generale in Piazza San Pietro, Papa Francesco ha benedetto lo stendardo della Sacra Giubilare di Grottammare.

Ad accompagnare i pellegrini, il Vescovo della Diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, Mons. Carlo Bresciani, il parroco della Chiesa Madonna della Speranza, Don Dino Pirri e il Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini.

Durante l’udienza Papa Francesco ha affermato: “Chi, potendo scegliere fra un originale e una copia, sceglierebbe la copia? Ecco la sfida, trovare l’originale della vita, non la copia”. “Gesù non offre surrogati, ma vita vera, amore vero, ricchezza vera!”, ha ammonito il Papa: “Come potranno i giovani seguirci nella fede se non ci vedono scegliere l’originale, se ci vedono assuefatti alle mezze misure?”. “È brutto trovare cristiani a mezza misura, cristiani nani, che crescono fino a certa statura e poi no, cristiani col cuore rimpiccolito, chiuso, è brutto trovare questo!”, ha esclamato a braccio: “Ci vuole l’esempio di qualcuno che mi invita a un ‘oltre’, a un ‘di più’. Sant’Ignazio lo chiamava il ‘magis’, il fuoco, il fervore dell’azione, che scuote gli assonnati”.
“La strada di quel che manca passa per quel che c’è”, la proposta di Francesco: “Gesù non è venuto per abolire la legge o i profeti ma per dare compimento. Dobbiamo partire dalla realtà per fare il salto in quel che manca. Dobbiamo scrutare l’ordinario per aprirci allo straordinario”. “In queste catechesi – ha annunciato il Papa a proposito del contenuto dei prossimi mercoledì – prenderemo le due tavole di Mosè da cristiani, tenendoci per mano a Gesù, per passare dalle illusioni della giovinezza al tesoro che è nel cielo, camminando dietro di lui. Scopriremo, in ognuna di quelle leggi, antiche e sapienti, la porta aperta dal Padre che è nei cieli perché il Signore Gesù, che l’ha varcata, ci conduca nella vita vera. La sua vita. La vita dei figli di Dio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *