Papa Francesco a neocatecumenali: “Il vostro carisma è un grande dono per la Chiesa, andate avanti!”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Per Gesù, “nessuno è escluso”, perché “nel suo cuore c’è posto per ogni popolo”. Lo ha assicurato il Papa, nella parte finale del discorso rivolto dalla spianata di Tor Vergata ai neocatecumenali, in festa per i loro primi 50 anni. “Come i figli per un padre e una madre”, l’esempio scelto da Francesco: “anche se sono tanti, grandi e piccini, ciascuno è amato con tutto il cuore. Perché l’amore,  donandosi, non diminuisce, ma aumenta. Ed è sempre speranzoso. Come i genitori, che non vedono prima di tutto i difetti e le mancanze dei figli, ma i figli stessi, e in questa luce accolgono i loro  problemi e le loro difficoltà, così fanno i missionari con i popoli amati da Dio. Non mettono in prima fila gli aspetti negativi e le cose da cambiare, ma ‘vedono col cuore’, con uno sguardo che  apprezza, un approccio che rispetta, una fiducia che pazienta”. “Andate così in missione, pensando di giocare in casa”, il mandato: “Perché il Signore è di casa presso ciascun popolo e il suo Spirito ha già seminato  prima del vostro arrivo. E pensando al nostro Padre, che tanto ama il mondo, siate appassionati di umanità, collaboratori della gioia di tutti, autorevoli perché prossimi, ascoltabili perché vicini. Amate le culture e le tradizioni dei popoli, senza applicare modelli prestabiliti. Non partite dalle teorie e dagli schemi, ma dalle situazioni concrete: sarà così lo Spirito a plasmare l’annuncio secondo i suoi tempi e i suoi modi. E la Chiesa crescerà a sua immagine: unita nella diversità dei popoli, dei doni e dei carismi”. “Il vostro carisma è un grande dono di Dio per la Chiesa del nostro tempo”, ha concluso il Papa: “Ringraziamo il Signore per questi cinquant’anni. E guardando alla sua amorevole fedeltà, non perdete mai la fiducia: gli vi custodirà, spronandovi al tempo stesso ad andare, come discepoli  amati, verso tutti i popoli, con umile semplicità. Vi accompagno e vi incoraggio: andate avanti!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *