Diocesi, vicaria Beata Assunta Pallotta: post-terremoto, spopolamento dei centri abitati, carenza di presenze soprattutto giovanile

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giuseppe Mariucci

DIOCESI – La Vicaria della Beata Assunta Pallotta, della Diocesi di San Benedetto-Ripatransone-Montalto, si è riunita il 27 aprile scorso a Castignano, presso la Parrocchia di San Pietro Apostolo di Don Luigi Scarponi.

Il Vescovo, Carlo Bresciani, ha presieduto anche qui gli ‘esercizi di sinodalità con l’incontro dei Consigli Pastorali Parrocchiali.

Egli ha raccomandato e suggerito loro di lavorare nel mese di maggio sulla verifica dell’anno pastorale e sul tema delle unità pastorali, per delineare i passi da fare, i criteri sui quali camminare e le modalità in base alle quali avviarne la preparazione a partire dall’anno pastorale prossimo.

Ha poi invitato i presenti a formare dei Gruppi di lavoro.

Mentre il Vescovo Carlo si soffermava con i parroci presenti, i Gruppi di Lavoro, affidati alla conduzione dei cosiddetti “Facilitatori”, si riunivano separatamente per rispondere alle seguenti domande predeterminate:

  • Un obiettivo prioritario della nostra Chiesa è sinodalità (il camminare insieme di tutto il popolo di Dio): siamo cresciuti?
  • Dalla programmazione della Diocesi (il cammino della fede. Raccontalo a tuo figlio) come si è cercato di tradurre il cammino diocesano dentro la nostra realtà parrocchiale? Quali iniziative il Consiglio pastorale ha proposto circa la formazione?
  • Il Sinodo Diocesano aveva proposto la realizzazione dell’unità pastorale (parrocchie e zone che lavorano insieme). Per prepararne il terreno sono state suggerite collaborazioni pastorali (famiglie, giovani e carità): quali esperienze si stanno vivendo e con quali risultati?
  • Alla luce di quanto descritto, cosa pensate di proporre?

Al rientro nella sala della riunione ogni gruppo, per voce del “Facilitatore”, ha dato le sue risposte!

Il vescovo Carlo, che tutto aveva ascoltato attentamente, ha quindi tirato le somme di quanto riferito. Pur comprendendo ampiamente le difficoltà, che soprattutto la zona di questa Vicaria sta affrontando (difficile il momento del post-terremoto, spopolamento dei centri abitati, carenza di presenze soprattutto giovanili) e giustificando un certo rallentamento di iniziative, ha concluso affermando che è stata realizzata comunque una grande crescita e ha invitato tutti a guardare avanti con ottimismo.

Per raggiungere gli obiettivi preposti e fare i progressi necessari, ha anche auspicato un impegno costante e positivo da parte di tutti.

Dopo un breve intervento di Don Gianni Croci, il Vescovo Carlo ha concluso la riunione della Vicaria Assunta Pallotta con una preghiera e la conseguente sua benedizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *