Card. Bassetti su migrazioni. “La terra è di Dio. Non è proprietà di qualcuno”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

“La terra è di Dio. Ma se la terra è di Dio che è un padre, è chiaro che questa terra Dio la da indistintamente a tutti i suoi figli. Non è proprietà di qualcuno. La terra è di Dio. E quindi noi dobbiamo fare in modo di favorire quello che è il progetto di Dio sulla terra e sulla famiglia umana. Noi facciamo le distinzioni tra profughi e migranti, poveri e ricchi. Ma Dio vede soltanto suoi figli. L’accoglienza cristiana parte da questo principio”. Lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente dei vescovi italiani, oggi a Bruxelles, riguardo al problema delle migrazioni e dell’accoglienza dei flussi migratori in Europa. Alla domanda che cosa direbbe oggi ai politici europei di fronte a questo fenomeno, il cardinale ha risposto: “Chiederei innanzitutto di difendere la persona, l’uomo”. Ed ha aggiunto: “È chiaro che occorrono anche norme e regole per l’accoglienza e ci devono pensare gli Stati. L’Unione europea ha una grande responsabilità. Il Papa, nel suo discorso rivolto al Parlamento di Strasburgo, ha detto con chiarezza che anche nell’accoglienza noi dobbiamo esercitare il principio della prudenza che va applicato a tanti criteri della nostra vita. Ma è chiaro che il principio di fondo rimane: Dio ti ha accolto e tu accogli il fratello”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *