Oltre 300 velisti hanno invaso il porto di San Bendetto del Tronto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Oltre 300 velisti hanno invaso il porto di San Bendetto del Tronto questo week end per partecipare alle regate dell’Italia Cup, il circuito di regate destinato ai Laser, imbarcazioni monoposto tra le più diffuse al mondo, dove navigano giovani dai 13 anni fino ad adulti di oltre 60 anni. Sono stati tre giorni molto complicati, per il comitato organizzatore, che si è trovato ad affrontare delle condizioni meteo non usuali. Due giorni in cui il vento non si è fatto vivo, malgrado ci fossero previsioni che riportavano brezze sia il venerdi che il sabato ed un vento forte da sud per la domenica. Invece Eolo ha giocato davvero un brutto scherzo, venerdì le flotte sono rimaste a terra in attesa di comunicazioni da parte degli ufficiali di regate che monitoravano la situazione in mare, e sabato invece confidando in una leggera brezza, a mezzogiorno, sono scesi tutti in acqua, sperando in un aumento di vento che avrebbe consentito lo svolgere della regata. Anche domenica le condizioni non sono state delle migliori, prima la nebbia, poi la pioggia hanno definitivamente compromesso lo svolgersi della regata. Eccezionale l’ospitalità del Circolo Nautico Sambenedettese e impeccabile l’organizzazione logistica coadiuvata da tutti quanti i soci che si sono resi disponibili con grande entusiasmo in segreteria regate, nell’assistenza a mare ed a terra.

Il Presidente della X zona FIV, commenta “Il Club ha fatto tutto il possibile, purtroppo abbiamo avuto due vicende, una la settimana scorsa con la neve ed questa con l’assenza di vento di questi ultimi tre giorni difficilmente prevedibile. Ma questa è la vela e chi conosce il mare sa che è così. A fine marzo abbiamo l’onore di ospitare ad Ancona un altro grande evento della classe Laser dove ci si aspettano grandi numeri: l’EuropaCup, la prima regata internazionale della classe Laser, dove sono previsti partecipanti da tutta Europa. E stavolta speriamo anche che la fortuna metereologica sia dalla nostra parte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *