Grottammare, le finanze in Consiglio comunale, scende la TaRi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Le previsioni finanziarie per l’anno 2018 saranno al centro del prossimo consiglio comunale. Lunedì 12 marzo, l’assise cittadina torna a riunirsi alle ore 16 per discutere un lungo ordine del giorno composto principalmente da punti di natura finanziaria collegati all’approvazione del bilancio di previsione 2018/2010, tra cui anche l’approvazione della Tassa Rifiuti 2018, che prevede diminuzioni anche fino al 6% per le famiglie e del 2% in media per le utenze non domestiche.

I lavori avranno inizio alle ore 16 e come sempre potranno essere seguiti anche via web, tramite il canale YouTube “Comune di Grottammare” .

La seduta si aprirà con l’illustrazione di tre interrogazioni consiliari. Due sono presentate dalla consigliera Alessandra Manigrasso (M5stelle) e riguardano la sicurezza pubblica e la nomina degli scrutatori. L’altra interrogazione è firmata dai consiglieri Giuliano Vagnoni e Roberto Cappelli (Concetti Sindaco) e riguarda  la nomina dei consiglieri della Fondazione Costante Maria. Lo stesso argomento, tuttavia, è previsto nell’ordine del giorno della seduta. Il consiglio comunale, infatti, è chiamato ad eleggere due dei 5 membri del consiglio di amministrazione della Fondazione, di recentemente è venuto a mancare presidente, Giuliano Vitaletti; era già vacante, inoltre, il posto da consigliere lasciato da Stefania Fares, dopo l’ingresso in Consiglio comunale (le due cariche non sono compatibili). Entrambi erano espressione del consiglio comunale.

Come verranno gestite le finanze comunali per l’anno 2018 resta comunque l’argomento principale della seduta di lunedì.  Il bilancio di previsione annota risorse finanziarie per 35.973.283,62 €, di cui oltre 15 milioni per voci di spesa corrente, quasi 10 milioni gli investimenti e poco più di 350.000 € di rimborso mutui. Tra i documenti collegati al bilancio in approvazione, va rilevato il Piano delle alienazioni 2018, consistente in 13 lotti (tra cui immobili, aree edificabili e aree di rispetto), la destinazione della quota annuale dei proventi da oneri di urbanizzazione secondaria per interventi su edifici religiosi, l’indicazione analitica dei costi relativi al tributo per i servizi indivisibili, il programma degli incarichi esterni.

Tra le proposte di approvazione ci sono anche il Piano finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani  (valore 3.685.322,51 €) e le tariffe della Tassa Rifiuti, che per la prima volta tendono a scendere.

Il Comune, infatti, ha recuperato a tassazione un po’ di superficie imponibile. Per le famiglie, il risparmio è contenuto: da un minimo dello 0,6 a un massimo del 6% (dipende numero di famiglie con un componente, con due e così via….); per le utenze non domestiche, invece, il risparmio sarà in media di circa il 2%.

In approvazione anche la modifica a due Regolamenti. Una si riferisce al Regolamento sul funzionamento e l’organizzazione del consiglio comunale, delle commissioni consiliari e dei gruppi consiliari e prevede, in riferimento alla presentazione di mozioni al consiglio comunale, la firma di un solo consigliere invece di “almeno un quinto dei consiglieri assegnati”, cioè un quinto dei consiglieri totali previsti in Consiglio comunale).

La seconda va a ritoccare disposizioni contenute nel Regolamento IUC e riguarda il mantenimento della riduzione IMU sugli immobili locati a canone concordato, ma solo in caso di risoluzione anticipata del contratto di affitto e comunque per un periodo non superiore a tre mesi.

Chiude l’ordine del giorno della seduta la richiesta di adozione di una variante puntuale al PRG relativa al cambio di destinazione d’uso – da turistico-ricettiva a residenziale – di un immobile del lungomare della Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *