Disabili, gli educatori Acr della nostra diocesi parteciperanno ad un seminario sull’esperienza associativa per l’integrazione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

A partire dalle Scritture, avviare una riflessione sull’integrazione vera e piena delle persone disabili nelle nostre comunità, nelle realtà associative, sperimentando linguaggi inclusivi capaci di aiutare a raggiungere le periferie esistenziali di tanti bambini e ragazzi e delle loro famiglie, per sollevarli dalla loro solitudine: è l’obiettivo del Seminario di studio promosso dall’Azione cattolica dei ragazzi (Acr) “Per tutti persone – L’esperienza associativa per l’integrazione delle persone disabili”, a Rimini sabato 10 e domenica 11 marzo 2018.

Parteciperanno per la nostra diocesi: Paola, Enrico, Giacomo, Rosetta, Grazia, Maria, Ilaria e Lorena, tutti educatori Acr.
Partecipano ai lavori oltre 200 educatori e assistenti Acr provenienti da tutta Italia. Gli interventi sono: “Un giorno a Cafarnao” di padre Giulio Michelini, presidente dell’Istituto Teologico di Assisi; “Una comunità cristiana con tutti e per tutti” di suor Veronica Amata Donatello, responsabile Settore Catechesi delle persone disabili dell’Ufficio catechistico nazionale; “Linguaggi e relazioni per un gruppo inclusivo” di Luigi Russo, psicologo e psicoterapeuta. Le conclusioni sono affidate a Luca Marcelli, responsabile nazionale dell’Acr. Sarà presente ai lavori mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini.
“Continuando a restare in ascolto delle idee di tutti – si legge in una nota -, l’Azione cattolica dei ragazzi intende farsi portavoce dell’urgenza e dell’importanza dell’integrazione delle persone con disabilità, interrogando prima di tutto le comunità cristiane sulla loro capacità di essere davvero luogo accogliente. Cercando innanzitutto di comprendere come l’Azione cattolica e l’Acr in particolare possano diventare esperienza vera e autentica di accoglienza, a partire dal principale strumento di cui disponiamo: il gruppo, prima risorsa utile in termini strumentali al processo di integrazione, luogo di relazione, negoziazione e scambio di una comunicazione totale (parole, gesti, corpo, immagini ecc.) e di una globalità di linguaggi”.
Ciò che l’Acr si propone è “cercare di fornire una risposta di amore”, “non quello falso, sdolcinato e pietistico, ma quello vero, concreto e rispettoso”, come ha spiegato Papa Francesco.
È possibile seguire alcuni momenti del Seminario attraverso i canali sociali: pagina Facebook Acr – Azione Cattolica dei Ragazzi; evento Facebook raggiungibile al link https://www.facebook.com/events/830507460489997/?ti=icl; pagina Facebook Aci – Azione Cattolica Italiana; Twitter: @AC1868; Instagram: azionecattolica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *