Marco Marziali presenta “Preludi”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

di Giuseppe Mariucci

Di Marco Marziali, da queste pagine, abbiamo già parlato tante volte.
Lo presentò, per la prima volta, Carlo Gentili in una bellissima intervista per la rubrica “Strana…mente artista! A tu per tu con…” pubblicata il 16 marzo 2017.
Qui fu bello scoprire le potenzialità letterarie e musicali di Marco che, non dimentichiamolo, nella vita di tutti i giorni è uno stimatissimo medico specialista in Immunologia Clinica presso il Policlinico di Tor Vergata a Roma!

Da allora, e fino ad oggi, anche nel settore letterario, Marco Marziali ha ricevuto attestati di stima ed è stato chiamato a presentare i suoi libri ovunque!
Per citare alcune delle sue recenti presentazioni letterarie possiamo citare:
“Sala Convegni dei Santi Pietro e Silvestro a Montelparo”, “Accademia Malibran di Altidona”, “Sala della Musica di Firenze”, “Musica Insieme al Gemelli di Roma”, “Teatro del Torrino di Roma”, “La Mu.sica – Strumenti Musicali di Roma”, “Centro Studi Marche Giuseppe Giunchi di Roma”, “Biblioteca Civica Musicale Della Corte di Torino”, ed altre ancora.

La particolarità di queste presentazioni è quella che il testo si abbina magnificamente alla musica! E non c’è presentazione senza pianoforte! Quel pianoforte da cui verranno fuori le melodie che hanno ispirato l’autore nella scrittura: le meravigliose arie di Chopin!

Quelle arie che Marco ha “respirato” fin da piccolo nella sua famiglia, con la passione del padre Mario, un musicista che, mettendosi al servizio della comunità, si è dedicato a chiunque volesse avvicinarsi alla magia della musica.

Ed è stato proprio quell’insegnamento, avuto fin da piccolo in famiglia, che oggi lo sostiene anche nella sua professione di medico!
Ora è arrivato il momento, per Marco, di presentare i suoi lavori letterari di nuovo dalle nostre parti!
Il Circolo Cittadino di Ascoli Piceno, per il tramite di Medusa Eventi, si appresta, infatti, a far conoscere anche qui il Marco Marziali scrittore e musicista!

Sabato 10 Marzo 2018 alle ore 17 lo stesso Marco verrà, infatti, ad Ascoli Piceno per presentare il suo “Preludi”.

Una serata molto ben preparata grazie anche alla collaborazione di Sonia Muci, Luigi Pierantozzi, oltre che dell’Associazione Culturale “Il Murello” di Montelparo, che i nostri lettori conoscono bene.

Le letture saranno affidate a Sonia Muci e Gabriele Silvestrini, mentre si alterneranno al Pianoforte lo stesso autore e il nipote Massimo Natali!

Ricordiamo, allora, quanto già scritto per presentare “Preludi”!

In “Preludi”, pubblicato da “Augh! Edizioni”, Marco Marziali presenta 24 racconti, come i 24 Preludi di Chopin, da leggere e ascoltare tutti insieme, intramezzati da brevi citazioni e da alcune sue poesie, e definiti ciascuno con un tempo musicale: agitato, cantabile, andante.

Sono nati all’indomani della prima forte scossa di terremoto che ha colpito duramente il Centro Italia e ferito la “collina madre” – Montelparo, luogo dove si snoda l’opera prima di Marziali “La Quarta Ballata”-, e si sono compiuti due mesi dopo, con l’ultimo grande boato che ha scosso anche Roma.

Il suo “Preludi”, Marco, lo dedica a Sultan, il piccolo principe che, con il suo coraggio davanti al dolore e alla malattia, è entrato a far parte della sua vita di medico e scrittore. Ed è proprio pensando a Sultan che Marco trova la strada per realizzare la necessaria umanizzazione della professione di medico, senza però mai lasciare quella della scienza! Ed è per lui che torna a essere “nipote” della nonna che gli leggeva le fiabe e “figlio” di un padre musicista.

E, con “Preludi”, egli “ci regala brevi racconti, frammenti di vita quotidiana nati nel ‘Policlinico del deserto’, il luogo dove cura i suoi piccoli pazienti sorretto dalla consapevolezza che ‘essere un uomo in ascolto’, prima che medico, sia la vera rivoluzione e l’obbiettivo verso cui tendere in una società che non sa più ascoltare (da R.it-Roma: ‘Gemelli in musica, i Preludi di Chopin animano l’Ospedale)!”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *