Grottammare, Il sindaco Piergallini ai ragazzi dell’ACR: “Rimanete attenti per imparare a diventare uomini e donne del mondo”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – È stata inaugurata sabato scorso nella Sala MIC, all’interno del Palazzo Kursaal di Grottammare, la mostra del fotografo professionista palermitano Charley Fazio, specializzato in foto reportage e progetti umanitari. Attraverso 30 scatti, Fazio racconta i volti dei bambini di Killis, città sul confine turco-siriano, dove si era già recato diverse volte in missione umanitaria, rimanendo colpito dalla speranza e dall’innocenza presenti negli occhi dei bambini rifugiati. Altri 30 scatti sono invece stati realizzati con il coinvolgimento degli stessi ragazzi: il fotografo, infatti, ha consegnato loro una macchina fotografica istantanea – si può vedere in esposizione – chiedendo loro di trasmettere attraverso le immagini la loro idea di bellezza.
Era presente all’inaugurazione il Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini che, rivolgendosi soprattutto ai ragazzi dell’ACR, ha elogiato le iniziative che, come questa mostra, “allontanano dalla realtà di tutti i giorni per vedere un’altra parte del mondo e aiutano a renderci consapevoli delle vite degli altri”.
Adamo Di Giacinti, Presidente diocesano dell’Azione Cattolica, ha, poi, ringraziato Charley Fazio, autore degli scatti, e Titti di Vito, curatrice della mostra, per la grande disponibilità che hanno dimostrato. Infine c’è stata la benedizione impartita da Don Guido Coccia, vice-parroco della Parrocchia di San Pio V, e il taglio del nastro.
Molti ragazzi incuriositi, accompagnati da genitori e adulti, hanno subito colto l’occasione per soffermarsi davanti gli scatti esposti.
L’iniziativa è stata realizzata con il contributo e il sostegno dell’Avis di San Benedetto del Tronto.

Orario di apertura della mostra:
Venerdì 9 e sabato 10 febbraio: ore 16:30-19:30
Domenica 11 febbraio: ore 10-12 e 16:30-19:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *