Acquaviva Picena, iniziati i preparativi di Sponsalia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Ad Acquaviva Picena è stata inaugurata la Sala del Palio alla presenza del presidente dell’associazione Palio del Duca Cav. Gaetani e i sindaci di Acquaviva e Monteprandone Rosetti e Stracci. La Sala è a disposizione di tutti coloro che volessero organizzare convegni, mostre e riunioni, la prenotazione si può effettuare contattando l’associazione all’indirizzo sponsalia@paliodelduca.it . L’associazione nella stessa settimana ha iniziato a prepararsi per la Rievocazione Storica Sponsalia in programma per agosto. Il primo impegno è realizzare il menù del banchetto medievale; una volta al mese si svolgeranno le tradizionali “serate culinarie” nei ristoranti della zona. La prima “serata” è stata quella dedicata al baccalà, pesce molto apprezzato e conosciuto nel medioevo.
Il baccalà, così come lo stoccafisso, per via del suo costo ridotto e per la facile conservazione era consumato da tutte le classi sociali. La diffusione in Italia si presume sia avvenuta per mezzo di un navigatore veneziano che lo scoprì quando arrivò alle isole Lofoten nel Nord Europa. Si parla anche di un antico re norvegese che per poter controllare meglio il commercio dello stoccafisso e del baccalà, che all’epoca era grandemente esportato così come le aringhe e il salmone, proibì alle navi della Lega Anseatica di salire a nord del parallelo Tromso. L’essiccamento del merluzzo nasce dalla tradizione vichinga, quando la priorità era riuscire a trasportare sulle loro imbarcazioni veloci un alimento leggero che però fornisse molte energie. Al merluzzo con il tempo venne conferito addirittura il titolo di “pesce che ha fatto la storia”.

Patrizia Neroni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *