Don Vincent Ifeme: la settimana ecumenica ci richiama alla conversione del cuore

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Lunedì 22 gennaio, presso il teatro di San Filippo Neri di San Benedetto del Tronto, si è tenuto il primo appuntamento organizzato dall’Ufficio per l’Ecumenismo diocesano in occasione della “settimana di preghiera per l’unità dei cristiani” . Durante la serata sono intervenuti: il vescovo diocesano S.E.R. mons. Carlo Bresciani, il prof. Riccardo Burigana, direttore del Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia e don Vincent Ifeme, direttore dell’ufficio per l’Ecumenismo.
Leggi anche Vescovo Bresciani: “il mondo ha bisogno della guarigione di Dio”

Don Vincent stiamo vivendo la “settimana di preghiera per l’unità dei cristiani”. Potresti illustrarci il significato di questa ricorrenza?
La settimana di preghiera si inserisce come risposta concreta all’esortazione del decreto “Unitatis redintegratio” del Concilio Vaticano II, n. 8, nell’intraprendere un cammino di “ecumenismo spirituale” che chiede a tutti i cristiani prima di tutto la conversione del cuore nella santità di vita e nella preghiere private e pubbliche per l’unità dei cristiani

Quali confessioni cristiane sono presenti nella nostra diocesi?
Non abbiamo dei dati esatti delle confessioni cristiane presenti nel territorio della nostra diocesi, né dei numeri dei singoli fedeli delle varie realtà. Possiamo elencare però le principali: la chiesa ortodossa Romena, la chiesa Copta di Egitto, la Chiesa Pentecostale Nigeriana, La Chiesa Pentecostale sotto “l’Assemblea di Dio in Italia”.

Il 2017 è stato un anno importante per l’ecumenismo, quali passi in avanti sono stati fatti?
Il 2017 ha segnato il 500smo della riforma. È un anno importante per l’ecumenismo nel comune ricordo e celebrazione di questo anniversario dalla parte di tutti i cristiani. La chiesa cattolica ha svolto un ruolo da protagonista in questa celebrazione. Ricordiamo per esempio la presenza di Papa Francesco nella cattedrale luterana di Lund per la celebrazione ecumenica e l’inaugurazione di questo 500smo della riforma il 31 ottobre 2016. Ricordiamo le varie conferenze/incontri organizzati sul tema durante l’anno – dalla conferenza/incontro ecumenico proposto dall’Ufficio per l’ecumenismo e Dialogo di Cei (UNEDI) “Cattolici e Protestanti a 500 anni dalla Riforma. Uno sguardo comune sull’oggi e sul domani” (Trento, 2016) al World Catholicism Week di Chicago (aprile, 2017).

Quale potrebbe essere l’obiettivo concreto da raggiungere?
L’obbiettivo concreto da raggiungere nel cammino ecumenico è quello di camminare insieme verso Cristo, meta e segno di unità per tutti cristiani. Raggiungeremo l’obiettivo lasciandoci guidare dalla mano provvidenziale di Dio.

Quale sarà il prossimo appuntamento diocesano?
Il prossimo appuntamento si terrà domenica 28 gennaio alle ore 16.00, presso il Centro Biancazzurro in S. Benedetto del Tronto in occasione della Celebrazione Ecumenica della Parola di Dio.
Vi aspettiamo numerosi per continuare la formazione ecumenica nella nostra diocesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *