Diocesi, una rete a sostegno dei nuovi poveri

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Avrà avvio dal mese di Gennaio 2018 l’iniziativa “Aggiungi un posto … anche per me!” promossa dall’Associazione Santa Teresa D’AvilaONLUS e realizzata insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.
Il progetto è un intervento di sostegno alle persone con disagio: uomini privi di fissa dimora, famiglie monoparentali formate da padri separati e donne della tratta, famiglie e persone in situazione di grave disagio economico.

Il progetto intende soprattutto proporre un cambiamento nel modo di pensare la problematica dell’emarginazione sociale, proponendo il modello della Comunità educante dove, tutti i soggetti coinvolti fino ad arrivare al singolo cittadino, si sentano spinti a mettere in campo azioni di sostegno ponendo al centro del loro agire, il senso di rispetto verso la dignità umana.

Per questo ragione sono coinvolti direttamente all’attuazione del progetto diversi partner del territorio: Caritas Diocesana di San Benedetto del Tronto; Comune di San Benedetto del Tronto; Comune di Monteprandone; Parrocchia SS. Annunziata; Parrocchia Regina Pacis; Parrocchia Sacro Cuore di Gesù; Parrocchia S. Antonio da Padova; Parrocchia Madonna
del Suffragio; Fondazione Maria Rosa Novelli e Carlo Sgariglia.

Il progetto persegue i seguenti obiettivi:
1) Favorire l’individuazione del bisogno sommerso: individuare i casi più opportuni da seguire sia per la concessione degli alloggi che per eventuali servizi;
2) Favorire l’offerta di alloggi di emergenza: rispondere al bisogno di alloggi di emergenza per la notte per persone particolarmente emarginate;
3) Favorire l’offerta di alloggio per medio lungo periodo: rispondere all’esigenza di giovani disoccupati e senza dimora, uomini separati con basso reddito inserendoli in un contesto abitativo unico per periodi temporali medio lunghi;
4) Formare operatori sociali e rafforzare il ruolo della rete quale strumento di gestione di progetti complessi: rafforzare l’azione di orientamento e formazione dei volontari all’attivazione sociale;
5) Sensibilizzare la comunità tutta al tema delle nuove povertà: è impensabile che la comunità civile non si renda conto dello stato di emergenza sociale all’interno del quale si vive. Il progetto intende essere un campanello di allarme per segnalare la
problematica e nello stesso tempo avvicinare la comunità tutta al tema delle nuove povertà.
Le azioni previste per il conseguimento di tali obiettivi sono: alloggi gratuiti grazie alla ristrutturazione di edifici con realizzazione di posti letto gratuiti a disposizione dei bisognosi; presa in carico della persona in difficoltà con tutte le sue problematiche, attraverso servizi di orientamento ed ascolto, supporto psicologico e consulenza legale;
sostegno economico alle persone in situazioni di grave disagio; percorsi di orientamento e formazione di operatori sociali; animazione pedagogica ed attività di sensibilizzazione e informazione rivolte alla comunità tutta; inserimento lavorativo di giovani disoccupati.
La progettualità è resa possibile grazie al particolare sostegno messo in campo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno che investe in iniziative innovative e di sperimentazione di nuovi modelli di rete con ricaduta sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *