Acquaviva Picena, presentato: il piano della Protezione Civile, la progettazione della nuova scuola e il progetto sulla pubblica amministrazione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Mercoledì 13 dicembre presso la Sala Consiliare di Acquaviva Picena si è tenuta l’Assemblea Comunale Pubblica dove si sono discussi i seguenti punti: presentazione piano Protezione Civile, progettazione nuova scuola e presentazione progetto pubblica amministrazione. Il sindaco Rosetti ha comunicato ai presenti il risultato delle analisi della micro zonazione sismica, la zona più pericolosa in caso di terremoto è il centro storico sia per il tipo di terreno sia perché gli edifici sono costruiti a poca distanza l’uno dall’altro, poi ha comunicato quali zone sono state stabilite come punti di primo soccorso, quelle dove potersi recare dopo le scosse per evitare di raggiungere luoghi inadatti e quelle dove saranno sistemati i mezzi di soccorso, inoltre da detto come cambierà la viabilità e quale è il punto di ammassamento in caso di terremoto di grande magnitudo. Questa relazione sarà comunicata al più presto a tutti i cittadini. Il secondo punto ha riguardato il progetto della nuova scuola primaria e secondaria. Dopo l’esposizione da parte del sindaco dello studio di fattibilità sul possibile luogo di collocazione del plesso scolastico alcuni presenti hanno posto delle domande per aver ben chiaro se il luogo scelto rispettasse le norme di legge e permettesse alla nuova scuola di essere sostenibile, innovativa e all’avanguardia e che la costruzione rientri nella somma di denaro stabilita. Il sindaco ha assicurato che nel progetto della nuova scuola non è stato tralasciato nessun dettaglio affinché la scuola sia proiettata verso il futuro rispettando comunque le leggi della natura e le discipline pedagogiche tutto rientrando nel budget messo a disposizione ad Acquaviva come Comune che ha subito danni in seguito al terremoto. Il 2018 sarà completamente dedicato alle gare europee per l’assegnazione dei lavori e alle procedure burocratiche, dopodiché inizieranno i lavori. Il terzo punto ha riguardato l’illuminazione pubblica. Il sindaco Rosetti ha detto che tutta l’illuminazione passerà al led e inoltre ha comunicato quali sono le zone che necessitano di completa riqualificazione.

Patrizia Neroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *