Martinsicuro progetta l’ingresso nel Polo Museale delle Marche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MARTINSICURO – Si è svolto presso la Sala Giunta del Comune di Martinsicuro un incontro che ha visto la presenza del Sindaco truentino, Massimo Vagnoni, del Vice-Sindaco ed Assessore alla Cultura, Pinuccia Camaioni, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Cupra Marittima, Mario Pulcini, dell’Assessore al Turismo del Comune di Ascoli Piceno, Michela Fortuna, del Direttore dell’Antiquarium Castrum Truentinum, Rosario Staffa, del Direttore dei Musei Archeologici Statali delle Marche, Nicoletta Frapiccini, e del Presidente del Gruppo Archeologico Medio Adriatico, Lino Tucci, nel corso del quale si è parlato della possibilità di avviare un progetto di collaborazione fra il Polo Museale delle Marche ed appunto i comuni di Martinsicuro, Cupra Marittima e Ascoli Piceno.

L’idea sarebbe quella di realizzare un possibile sistema di itinerario culturale che partendo proprio da Ancona unirebbe, in una sorta di viaggio archeologico itinerante, i Musei Archeologici Statali delle Marche con il museo e le aree archeologiche di Cupra Marittima, con l’Antiquarium e l’area di Castrum Truentinum a Martinsicuro e le varie e rilevanti ricchezze archeologiche di Ascoli Piceno e del suo comprensorio.

“E’ stato un incontro molto interessante che ci ha permesso di gettare le basi per una futura collaborazione, oltre a quella già esistente con il Comune di Cupra Marittima, per la valorizzazione delle ricchezze archeologiche e culturali presenti sul nostro territorio” sottolineano il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, ed il Vice-Sindaco ed Assessore alla Cultura, Pinuccia Camaioni. “Tutti gli intervenuti hanno infatti convenuto sul fatto che la rete che si vuole andare a creare sia solo la base di partenza per una serie di più ampie collaborazione che consentano la valorizzazione dei nostri territori e delle loro ricchezze e, a tal proposito, si lavorerà per allargare questo tavolo di lavoro ad altre amministrazioni ed associazioni culturali. L’auspicio di tutti noi è quello di poter avviare anche una collaborazione fattiva con gli operatori del settore turistico e gli imprenditori locali con l’obiettivo finale di creare, tutti insieme, programmi organici di valorizzazione a 360 gradi delle nostre ricchezze”.

Al termine dell’incontro tutti i partecipanti hanno auspicato che si riesca, quanto prima, ad arrivare alla firma di un apposito protocollo d’intesa e si possa così dare avvio a questo ambizioso progetto di collaborazione interterritoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *