La diocesi si prepara a vivere la “prima Giornata mondiale dei poveri”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Caritas diocesana

DIOCESI – “Non amiamo a parole ma con i fatti” è il tema della prima Giornata mondiale dei poveri istituita, come segno del Giubileo della Misericordia, nella domenica precedente la solennità di Cristo Re dell’Universo, quest’anno il 19 novembre.

Papa Francesco invita ogni comunità a vivere questa occasione per «creare tanti momenti di incontro e di amicizia, di solidarietà e di aiuto concreto». Una chiamata quindi a conoscere e incontrare i poveri nelle nostre parrocchie perché la povertà non è un’entità astratta, ma «ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro».

Non si tratta di una celebrazione di un momento o di qualche gesto improvvisato: “Non pensiamo ai poveri solo come destinatari di una buona pratica di volontariato da fare una volta alla settimana, o tanto meno di gesti estemporanei di buona volontà per mettere in pace la coscienza. Queste esperienze, pur valide e utili a sensibilizzare alle necessità di tanti fratelli e alle ingiustizie che spesso ne sono causa, dovrebbero introdurre ad un vero incontro con i poveri e dare luogo ad una condivisione che diventi stile di vita” (papa Francesco, Messaggio per la I giornata mondiale dei poveri).

In diocesi prepareremo questa giornata con  una Veglia di preghiera in modo particolare per il mondo dei Giovani e del Volontariato, venerdì 17 novembre, alle ore 21.00, presso le Monache Clarisse di S. Benedetto, mentre domenica 19 novembre, alle ore 12.15, presso la sala Polivalente della Caritas diocesana  ci sarà la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo Carlo a cui seguirà il pranzo presso la mensa.

Altre iniziative seguiranno nel corso dell’anno.

Lettera per la giornata mondiale dei poveri

Rosario sussidio I Giornata Mondiale dei Poveri

Locandina I Giornata Mondiale dei Poveri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *