Il convegno Fides Vita domenica ospiterà Mimmo Muolo di “Avvenire”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prosegue in questi giorni il convegno Fides Vitanei pressi della zona Palasport di San Benedetto del Tronto.

Il 4 novembre alle ore 18.00 si terrà l’incontro-testimonianza con il Dott. Felice Achilli. Padre di 4 figli, medico come sua moglie Daniela, Felice è oggi Primario della Cardiologia dell’ospedale “San Gerardo” di Monza. Qualche anno fa ha vissuto la morte del figlio più piccolo Andrea, di soli 11 anni, falciato da una macchina a due passi da casa mentre stava andando con la bici nuova che proprio lui gli aveva regalato pochi giorni prima. Un ragazzino come tanti, allegro e vivace. “Io e mia moglie abbiamo sempre lavorato tutto il giorno. Abbiamo scoperto solo dopo alcune cose di lui che non sapevamo. Ad esempio, ogni giovedì da ormai tre anni andava a trovare don Luigi Corti, lo storico parroco di Rogoredo all’epoca infermo, mentre a noi diceva che andava a studiare da un amico. Molti lo conoscevano in paese. Ogni tanto a scuola prendeva delle note, l’ultima poche settimane prima dell’incidente….” .Telefonando ad un amico medico per cercare un posto in una rianimazione mentre Andrea veniva portato al Pronto Soccorso dell’ospedale dove lui si trovava in servizio, disse: “Non so ancora perché il Signore mi ha donato tardi questo figlio (era l’ultimo, dopo altri 3 ragazzi più grandi di lui) e me lo sta togliendo presto”. Andrea morirà poco dopo, senza che i suoi genitori medici potessero fare qualcosa per salvarlo. Quella che poteva essere una tragedia disperata, si è invece rivelata un’occasione di rinascita. Inginocchiata sull’asfalto accanto al corpo di Andrea in agonia la mamma che aveva intuito la morte imminente, diceva tra le lacrime: “Signore, tutto quello che finora ho imparato, adesso me lo fai riguadagnare nella carne squarciata dal dolore per questo figlio che sta morendo”. E così è stato. Il sacrificio di Andrea ha riacceso e maturato la fede nei suoi genitori e in tutta la famiglia. “Dopo la perdita di mio figlio, un fiume d’amore” – dice lui stesso nel libro “Le infradito blu” in cui racconta la storia di Andrea e della sua famiglia.

L’ultimo giorno del 27° Convegno, domenica 5 novembre, inizierà alle ore 10.00 con la Santa Messa celebrata da Don Armando Moriconi, assistente ecclesiale di Fides Vita e parroco di San Basso in Cupramarittima.
A seguire, alle ore 11.30, l’incontro con Mimmo Muolo dal titolo BENEDETTO XVI E FRANCESCO, l’unità della Chiesa nella varietà dei carismi. Muolo, giornalista vaticanista di Avvenire e autore di numerosi libri, permetterà di attraversare i momenti salienti dei pontificati di questi ultimi due Papi e ne approfondirà le figure umane per eliminare i “luoghi comuni”, evidenziare le differenze, ma anche il punto di unità che unisce entrambi che è l’amore a Cristo Gesù e alla Chiesa.
Alle ore 18.00 il Convegno si chiuderà con la testimonianza di BETTY PALESTINI E ANDREA CONSORTI DI FIDES VITA. Coniugi, entrambi impegnati nell’accoglienza dei minori in una casa-famiglia, renderanno testimonianza della loro vita di certo fatta di difficoltà e di gioie, ma intessuta nella fede e nel cammino di Fides Vita.
Anche durante la giornata di domenica sarà possibile pranzare insieme, grazie al punto ristoro, e visitare le mostre presenti:
– Una Presenza Eccezionale, che, ripercorrendo tratti evangelici, sottolinea la figura di Gesù e i suoi più importanti gesti ed insegnamenti;
– Una Vita per la Bellezza, dedicata al Maestro Antoni Gaudi, noto architetto spagnolo, e alla sua opera più importante ovvero la Cattedrale Sagrada Familia in Barcellona;
– Don Bosco è qui, sulla vita di Don Bosco, sulla sua umanità e sulla sua opera educativa;
– Le Apparizioni di Fatima, realizzata in occasione del centenario dalle apparizioni e sui pastorelli recentemente canonizzati da Papa Francesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *