Le aziende di Montelparo su Rete4

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giuseppe Mariucci,

Nei giorni scorsi le telecamere del programma televisivo di Rete 4/Mediaset, “Ricette all’italiana” condotto da Davide Mengacci con Michela Coppa, erano a Montefortino per promuovere i prodotti tipici dei territori colpiti dal sisma. L’evento, promosso dalla Camera di Commercio di Fermo, dal suo presidente Graziano Di Battista e dalla dottoressa Monia Polini, vuole essere un modo per dimostrare che, nonostante le difficoltà apportate dal terremoto, la passione che muove i produttori locali nel mantenere vive le nostre caratteristiche tradizioni agroalimentari, non sono state piegate, anzi. “E’ davvero una bellissima iniziativa utile a promuovere e a far ripartire questi nostri splendidi territori” ha voluto affermare il Sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni.
Il programma televisivo, che mostra eccellenze gastronomiche, si sofferma anche su quelle artistiche, storiche e turistiche delle Regioni Italiane. Lo stesso va in onda dal Lunedì al Sabato dalle ore 10,45.
Tra i presenti della puntata registrata a Montefortino vi erano anche quattro giovani e intraprendenti aziende di Montelparo:
-l’Azienda Agricola “Casale Vitali” di Gabriele Vitali;
-l’Azienda Agraria “Ca’ Stillucciu” di Roberto Tempestilli;
-l’Azienda Agricola “La Golosa” di Maurizio Curi;
-l’Azienda Agricola “Mercuri Francesca” di Umberto e Fabio Vespasiani.
Quello di moderare la giornata è stato il compito della montelparese Beatrice Screpanti che ha illustrato, a un curioso Davide Mengacci, i prodotti delle aziende succitate. Essi vanno dai vini e spumanti del Casale Vitali, al vino cotto dell’Azienda Ca’Stillucciu, alle confetture e frutta sciroppata de “La Golosa”, alla frutta e ortaggi a basso impatto ambientale dell’Azienda Agricola Mercuri gestita dai fratelli Umberto e Fabio Vespasiani.
Vogliamo illustrare brevemente il delicato lavoro di queste coraggiose aziende Montelparesi (tutte condotte da giovani imprenditori che hanno scelto di valorizzare le loro terre con prodotti altamente qualitativi), citandole una per una, per farne conoscere le loro peculiarità! Evidentemente esse si occupano della produzione di beni così preziosi e importanti che hanno avuto la forza di far puntare su di loro le telecamere di un’emittente così importante come quella di Mediaset/Rete 4!
-La Cantina di “Casale Vitali”, di Gabriele Vitali, produce vini da agricoltura a basso impatto ambientale e di grande qualità provenienti da vitigni autoctoni: Sangiovese e Montepulciano per i rossi, Pecorino, Passerina e Trebbiano per i bianchi; spumante “Mont’illì” prodotto con metodo classico e classico rosé. Nella casa colonica del Casale Vitali, è presente una linea di imbottigliamento e una zona adibita all’invecchiamento. Tra gli altri riconoscimenti ha ottenuto quelli del “Gambero Rosso 2016: Oscar qualità/prezzo per il Falerio DOP Pecorino Celestiale” e, al Vinitaly di Verona, “Cangrande 2015 : Benemerito della viticoltura italiana”!

-La Cantina “Ca’ Stillucciu”, azienda nata recentemente dalla passione di Roberto Tempestilli tramandatagli dal nonno e dal padre, produce il Vino Cotto tipico prodotto alimentare delle Marche e dell’Abruzzo. Il vino cotto è un vino dolce e forte, dal colore variabile dal rosso al rosso ambrato con tendenza a sfumature nocciola. Esso è ottenuto dalla bollitura del mosto di vari tipi di uva. Il vino cotto, che una volta veniva consumato come un normale vino da tavola, ora è più spesso indicato come vino da dessert. Gli stessi imperatori romani utilizzavano il vino cotto come bevanda di fine pasto.

-L’Azienda “La Golosa” di Maurizio Curi lavora principalmente e rigorosamente frutta al naturale che diventa “Confettura”, “Sciroppate”, “Succhi”. I suoi prodotti, di altissima qualità, sono lavorati a mano. Il principale motto dell’azienda è quello che il prodotto di un territorio deve farsi apprezzare per la semplicità e la naturalezza: “Grande è la natura…Conserviamola”! E “Qualità”, in questo caso di incredibile eccellenza, vuol dire anche assoluta assenza di additivi chimici e conservanti!

-l’Azienda Agricola “Mercuri Francesca” di Umberto e Fabio Vespasiani, produttori di frutta a basso impatto ambientale (frutti e ortaggi antichi, pesche, albicocche, susine, meloni, pomodori, lattuga ed altre verdure: 22 varietà di pesche, 6 varietà di susine, 6 varietà di albicocche, 30 vecchie varietà di pomodori, zucchine, lattuga, melanzane, peperoni, composte, succhi di frutta), ha scelto di coltivare frutta di specie rare e dimenticate differenziandosi totalmente dalla grande distribuzione che insegue calibri, aspetto e conservabilità. Ha riscoperto varietà antichissime (reimpiantandone le sementi) e molto particolari grazie ai cosiddetti contadini custodi che operano per la tutela delle biodiversità agricole. Hanno come obiettivo quello del recupero e della coltivazione di specie e varietà delicate e preziose, esposte al rischio di estinzione.

Siamo felici di aver raccontato, come purtroppo si fa troppo di rado, da queste pagine le storie e il lavoro di queste eccellenti, e, ai più, sconosciute iniziative montelparesi: buon lavoro ragazzi e avanti con orgoglio, impegno e … coraggio!

Non è possibile, infine, chiudere questo servizio senza ringraziare Beatrice Screpanti, moderatrice della giornata di Montefortino, che ci ha passato prontamente e dettagliatamente tutte le informazioni necessarie alla sua stesura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *