Grottammare, inaugurato presso la Parrocchia Madonna della Speranza l’oratorio dedicato a Don Pietro Rossi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Tratto dal sito della parrocchia

GROTTAMMARE – “Carissimo don Pietro, quest’anno abbiamo ricordato i 45 anni di presenza nella nostra comunità. Anzi possiamo dire che sei stato il fondatore di questa parrocchia, essendo il primo parroco di “San Martino” dal 16 aprile 1972. In questi anni hai servito la Chiesa, donando la tua vita al Signore e alla gente della Valtesino di Grottammare, che negli anni hai visto crescere, nel numero e nella fede, tanto che fu necessario costruire questa nuova chiesa e il nuovo oratorio, sotto la guida di don Anselmo”.

Con queste parole è iniziata la lettera dedicata da Don Dino Pirri e dalla comunità parrocchiale a Don Pietro Rossi, nel giorno dell’inaugurazione dell’oratorio a lui dedicato, presso la Chiesa Madonna della Speranza di Grottammare.

Don Dino nel leggere la lettera, domenica 8 ottobre, ha poi affermato: “Quando nel 1999 sei andato in pensione, hai continuato il tuo prezioso servizio con umiltà, fedeltà e obbedienza, nella chiesa di “San Martino”, che riapriremo entro la fine dell’anno.
E anche adesso, che il peso degli oltre novant’anni si fa sentire, non rinunci a condividere con noi la mensa Eucaristica domenicale. Ma soprattutto continui a servirci, con la tua preghiera e la testimonianza di vita.
A giugno, nei giorni della Sacra Giubilare, celebreremo i tuoi 70 anni di sacerdozio, e allora, insieme al Consiglio Pastorale, abbiamo pensato di porre un piccolo segno per esprimere la nostra gratitudine: da oggi il nostro oratorio si chiamerà “Oratorio don Pietro Rossi”.

Tra i tanti a salutarlo, Don Pietro ha riconosciuto volti di chierichetti cresciuti, ha rincontrato giovani di ieri, catechisti ed educatori suoi vicini, insieme a tante famiglie di oggi. Tutti lì a dargli una parola o stringerlo in un affettuoso abbraccio. Qualcuno sorridendo ha detto: “Vi siete dimenticati di portare la-Carolina!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *