Montelparo, grande festa in onore di San Michele Arcangelo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

di Giuseppe Mariucci

MONTELPARO – Con la cerimonia di domenica 1 ottobre, si sono conclusi a Montelparo i festeggiamenti che la Parrocchia di San Michele Arcangelo, retta dal Priore-Parroco Padre Agostino Maiolini, ha voluto dedicare al Patrono della Città: l’Arcangelo Michele appunto.
Un sacro triduo, iniziato giovedì 28 settembre, ha condotto la comunità parrocchiale fino a questa bellissima e conclusiva giornata.
Il tutto era iniziato giovedì 28 settembre scorso con la novità della recita delle preghiere, previste dalla Corona Angelica, che precedevano la S. Messa.

Prima ancora, però, c’è stato uno dei momenti più significativi e toccanti di tutta la festa: quello che ha visto la celebrazione della S. Messa, da parte del Priore Padre Agostino, in mezzo agli ospiti dell’Azienda Socio-Sanitaria “G. Mancinelli” e proprio all’interno di quella che gli stessi considerano la loro casa! Grande ed evidente è stata la felicità di quei ragazzi nel vedere tanta attenzione verso di loro: essi hanno potuto trascorrere un pomeriggio diverso e festoso. Ed anche la cittadina ne ha gioito: questi ragazzi sono, infatti, da sempre considerati figli, fratelli e amici da parte di tutta la popolazione montelparese!

Arrivava quindi il venerdì 29 Settembre! In quel giorno, che ricorda l’Arcangelo Michele, i numerosi fedeli presenti alla cerimonia, hanno potuto partecipare alla benedizione e presentazione, nella Chiesa dei Santi Pietro e Silvestro, dell’ICONA di San Michele Arcangelo dono del Pittore Colombiano Salvatoriano padre Juan Carrasquilla Ossa. La Chiesa era colma di fedeli che hanno partecipato attenti, curiosi e commossi! Durante la S. Messa è stato anche amministrato il sacramento dell’Unzione degli Infermi.

Domenica 1° ottobre per concludere i festeggiamenti, poi, il Priore ha avuto l’intuizione di allestire l’altare per la celebrazione della S. Messa e di convocare i fedeli in quello stupendo terrazzo che, circondato da meraviglie storiche quali il palazzo Comunale con la sua unica, imponente Torre Civica e il Complesso Conventuale, con annessa Chiesa di Sant’Agostino, apriva su di uno scenario di incomparabile bellezza qual è quello della vista sui Monti Sibillini! Dalla cima del colle del paese, inoltre, la Torre Campanaria della Chiesa di San Michele Arcangelo sembrava voler proteggere la popolazione qui riunita!
Prima delle cerimonie inerenti le feste patronali, il Priore ha voluto davanti all’altare i ragazzi/e per annunciare l’inizio dell’anno catechistico. Con loro, e i loro genitori, si è intrattenuto per riflettere sulla preparazione dei ragazzi/e finalizzata al ricevimento dei sacramenti della Confessione, Comunione e Cresima. A ognuno di loro dava in dono un prezioso Angelo in ceramica anche al fine di ricordare e sottolineare la festa dell’Arcangelo Michele.
Altro momento emozionante è stato quello durante il quale il Sindaco ha letto l’atto d’affidamento della Città di Montelparo al Santo Patrono consegnandogli anche le Chiavi della Città!
Tutta la solenne cerimonia era animata dai canti della locale corale “Gregorio Petrocchini”!
Al termine della S. Messa si formava una processione con l’Icona del Santo Arcangelo Michele, che per tutta la S. Messa aveva fatto spicco, in tutta la sua bellezza, a fianco dell’altare. Il corteo raggiungeva, attraversando tutta via Roma per infilarsi poi sotto la magnifica Porta del Sole, la Chiesa dei Santi Pietro e Silvestro dove la cerimonia avrebbe avuto termine!
Il locale Comitato di Sant’Antonio Abate attendeva, infine, tutti i fedeli reduci dalla lunga e importante cerimonia, in piazzale Petrocchini per offrire loro un ricchissimo e graditissimo aperitivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *